Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

giovedì 5 marzo 2015

L’incredibile vita di Timothy Green - Peter Hedges (film surreale)

Il cinema è così (ma è così anche la vita): magari ti guardi alcuni film famosi e acclamati, del passato più o meno recente, come La guerra dei mondi o La morte ti fa bella (tra gli ultimi famosi che mi sono visto), e non ti dicono niente… mentre poi ti guardi film meno sconosciuti, a cui sei arrivato per puro caso, come La ragazza delle balene, La leggenda di Bagger Vance o La vita di Pi o Balzac e la piccola sarta cinese, e ti innamori.

È successa la stessa cosa – la seconda, per fortuna – anche col film di oggi: L’incredibile vita di Timothy Green.
Non lo avevo mai sentito nominare finché non mi è stato consigliato (da un lettore del blog, peraltro), ed io, da buon curioso, me lo sono guardato.

Tra l’altro, si tratta anche di un film recente, datato 2012, ed è un brillante esempio di come un film possa essere di alta qualità pur senza nulla di straordinario… se non un’idea di fondo.

Ecco in sintesi la trama de L’incredibile vita di Timothy Green: Cindy (Jennifer Garner; Fatti, strafatti e strafighe, Alias, La rivolta delle ex) e Jim Green (Joel Edgerton; Star Wars: Episodio 2 - La vendetta dei Sith) sono una giovane coppia che sta cercando di avere un figlio… fino a che il dottore non toglie loro ogni speranza.
I due, tuttavia, non arrendendosi ancora, scrivono una sorta di lista dei desideri su come vorrebbero il loro figlio, e la seppelliscono nel loro giardino. 

Inaspettatamente, insieme a uno strano temporale arriva loro anche il bambino tanto desiderato (interpretato dal bravo C.J. Adams, già al suo terzo film nonostante la sua giovanissima età), sotto forma di dodicenne con delle strane foglie attaccate poco sopra le caviglie.

Come facile intuire dato l’inconsueto arrivo, si tratta di un bambino ben strano, che in giro i due dicono di aver ricevuto in adozione: allegro, vivace, positivo, felice, il piccolo Timothy si distingue per il fatto di saper contagiare la sua serenità nonché per il felice rapporto con la natura (ogni tanto si mette a prendere il sole a braccia aperte come il mezzo albero che è).

In breve, Cindy e Jim si trovano in casa un essere umano più evoluto di loro (ancora ben presi nei loro obiettivi della personalità terrena), e difatti sarà lui ad insegnare a loro, e non il contrario.

Tutte le gag del film non sono altro che degli escamotage per mettere in evidenza le qualità umane del piccolo-grande Tim, sorta di uomo evoluto del futuro. O, per meglio dire, di ciò che dovremmo essere tutti: una creatura semplice, gioiosa, serena e centrata, priva di attaccamenti e portatrice di amore e affetto.

Questo è il significato neanche tanto nascosto de L’incredibile vita di Timothy Green, nonché l’energia che vi troverete dentro: non attaccamento, semplicità e leggerezza, amore incondizionato, consapevolezza, lasciar andare.

Di mio, ho apprezzato molto questo film, tanto da consigliarlo a mia volta.

Chiudo la recensione con due piccole citazione tratte dal film.

"Prima di tutto trova la luce.
Devi assorbirla. Devi lasciarti attraversare. Pensa come se fossi un albero.
La senti?"

"Non dipende da voi, è così che deve essere: c'è un tempo limitato.
Siete pronti?
Lo siete sempre stati... non arrendetevi mai."

Fosco Del Nero




Titolo: L’incredibile vita di Timothy Green (The odd life of Timothy Green).
Genere: surreale, commedia.
Regista: Peter Hedges.
Attori: C.J. Adams, Jennifer Garner, Joel Edgerton, Odeya Rush, David Morse, Common, Ron Livingston, Dianne Wiest, Rosemarie DeWitt, M. Emmet Walsh, Lois Smith.
Anno: 2012.
Voto: 7.5.
Dove lo trovi: qui.