Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

domenica 14 marzo 2010

Visitors - Kenneth Johnson (serie tv)

L’articolo odierno è dedicato a una serie tv, e non a una serie televisiva qualunque, dato che trattasi di una serie culto, storica persino: parlo di Visitors.
Mi riferisco dunque al Visitors originario, e non al rifacimento recente (che comunque vedrò e recensirò).

Intanto, l’antefatto: V (abbreviazione di Visitors) è il titolo italiano dato a due miniserie televisive statunitensi (V e V: The final battle), andate in onda per la prima volta tra il 1983 e il 1984, composte da cinque puntate, seguite a loro volta da una terza stagione (Visitors, per l'appunto) più lunga, composta da diciannove episodi.

La presente recensione è riferita a tutti gli episodi usciti in quegli anni (ovviamente da distinguersi dal remake del 2009, tuttora in corso, portante anch'esso il nome di V).

Per chi non sapesse di cosa si tratti (ma su quale pianeta avete vissuto?), ecco una breve sinossi di Visitors: un bel giorno, decine e decine di astronavi aliene arrivarono sulla Terra, piazzandosi sopra i più importanti centri abitati del globo.
Da essi, uscirono degli uomini come noi, differenti solo per una voce avente un’eco metallica.
Essi si dichiararono amici, sottolineando da subito i reciproci vantaggi della collaborazione.

Tuttavia, poco a poco la verità emerse, con gli alieni in realtà non umani, e nemmeno mammiferi, ma al contrario rettili, abilmente mascherati da uomini e intenzionati a sfruttare noi e il nostro pianeta.

La serie tv ha avuto un successo senza precedenti, diventando un evento culto per buona parte del globo, cosa che peraltro spiega la terza stagione di diciannove episodi, inizialmente non prevista.

Visitors ha un appeal quasi inevitabile, data la tematica (una contrapposizione tra umani e alieni che sa molto di noi contro loro, di male contro bene, di forza contro lato oscuro, etc), e certamente il successo del tempo, nonché il remake odierno, non sono casuali (peraltro, secondo molti Visitors non sarebbe un’opera di fantasia, ma la descrizione piuttosto fedele della realtà delle cose).

Il successo, peraltro, è arrivato nonostante degli attori non particolarmente dotati (che difatti sono poi spariti dal mondo del cinema, perlomeno da quello che conta), una trama in molti punti balbettante per coerenza interna, un’ingenuità narrativa di fondo (con la scarsissima credibilità degli alieni, arrivati qui grazie a una tecnologia favolosa e in realtà spesso stupidi nei comportamenti… oltre che scarsissimi con la mira), e nonostante la parte finale della serie si trascini per inerzia, con qualità e interesse nettamente inferiori al principio.

Per tali motivi, il voto complessivo è solamente 6.5, e non superiore.

In conclusione, aggiungo che non avevo mai visto l’intera serie sinora, per cui il mio giudizio si basa sulla visione presente, e non su ricordi o sensazioni del passato.

Da citare assolutamente il personaggio di Diana (Jane Badler), la cattiva di turno (cattivissima a dire il vero: uccide praticamente chiunque, mangia topi, insetti e uomini, tradisce i suoi consimili a più riprese), che tuttavia si finisce per “tifare” un po’ per la bellezza e un po’ per vedere come se la caverà dopo...

Fosco Del Nero



Titolo: Visitors (Visitors).
Genere: serie tv, fantascienza, drammatico.
Ideatore: Kenneth Johnson.
Attori: Jane Badler, Faye Grant, Marc Singer Michael Durrell, Richard Herd, Andrew Prine, Robert Englund.
Anno: 1983-1985.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.