Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 19 maggio 2010

Tutto su mia madre - Pedro Almodovar (film drammatico)

Tutto su mia madre è il secondo film di Pedro Almodovar che compare sul sito, dopo il bellissimo Volver (in passato avevo visto anche La mala educaciòn, piaciutomi discretamente).
Torniamo indietro nel tempo, dunque, posto che il primo è del 1999 mentre il secondo del 2006.

Segno comune tra le due pellicole, la presenza di Penelope Cruz (Apri gli occhi, Vanilla sky, Nessuna notizia da Dio, Vicky Cristina Barcelona, Lezioni d’amore), sorta di musa ispiratrice del regista spagnolo.

Come nel caso di Volver, Almodovar pone in essere una pellicola tutta al femminile, per quanto un paio di personaggi stiano in mezzo al guado, come illustrerà appieno la sintesi della trama.

Manuela (Cecilia Roth) ha un figlio ormai ragazzo, Esteban, ma non ha un marito, e il giovane non ha mai saputo nulla di suo padre.
Per un motivo molto preciso: il padre di Estaban è in realtà Lola, un transessuale che lei non vede da ormai diciassette anni, e che peraltro nemmeno sa della sua paternità.

Un evento drammatico la porterà sui suoi passi, a Barcellona, alla ricerca proprio di Lola.
La donna ritroverà però Agrado, un altro transessuale, e conoscerà Maria Rosa (Penelope Cruz), a sua volta incinta di Lola, nel mentre scomparso/a.

Tutto su mia madre è un film bizzarro, come lascia peraltro facilmente intendere questo breve sommario, e non solo per i suoi protagonisti.
Ma anche per gli eventi narrati, e soprattutto per le reazioni emotive delle protagoniste a tali eventi, del tutto lievi e fataliste, anche in presenza delle sciagure più gravi (e ce ne sono).

Anzi, tra una maternità indesiderata e un caso di aids, tra la droga e la prostituzione, c’è anche posto per un po’ di ironia, soprattutto nella divertente figura di Agrado.

Molto belle tra l’altro scenografia e fotografia, con la città catalana splendido sfondo delle surreali vicende.

Devo dire, tuttavia, che, a dispetto di premio Oscar e premio Donatello, Tutto su mia madre non mi ha entusiasmato: a mio avviso Volver lo batte nettamente.
Questioni di gusti, ad ogni modo, tanto che Tutto su mia madre è secondo molti il miglior film di Pedro Almodovar.

Fosco Del Nero



Titolo: Tutto su mia madre (Todo sobre mi madre).
Genere: drammatico, sentimentale.
Regista: Pedro Almodovar.
Attori: Cecilia Roth, Patxi Freytez, Carmen Fortuny, Penelope Cruz, Carlos Lozano, Marisa Paredes, Inmaculada Subira, Candela Peña, Lola García, Esther García, Paz Sufrategui.
Anno: 1999.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.