Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

giovedì 22 gennaio 2015

Cittadino dello spazio - Joseph M. Newman (film fantascienza)

Non mi ricordo perché mi ero segnato il film Cittadino dello spazio; forse, semplicemente, perché era inserito nella lista dei primi film di fantascienza, e magari insieme a Il pianeta proibito, che ho visto e recensito di recente.

Tuttavia, se quest’ultimo mi era piaciuto discretamente, Cittadino dello spazio mi ha proprio lasciato indifferente, e anzi mi sono chiesto come mai viene ricordato.
Certo, essendo datato 1955 è certamente uno dei primi film di fantascienza, però a parte questa primizia non ha molto da offrire, navigando dall’inizio alla fine nella mediocrità più completa. 

L’inizio, in realtà, forse è appena appena meglio della parte centrale e soprattutto di quella conclusiva, che a voler definire semplicistiche si fa loro un favore, ma pure l’avvio non è chissà cosa.

Ecco in grande sintesi la trama di Cittadino dello spazio: Cal Meacham è un brillante e giovane scienziato, che ha attratto l’attenzione di tale Exeter, uomo allampanato con i capelli bianchi e dall’ampia fronte, che si capisce da subito non essere terrestre.
Cioè, lo capisce subito lo spettatore, ma i protagonisti del film, pur essendo brillanti scienziati, no.

Sta di fatto che Meacham cede alle lusinghe di Exeter, che gli offre di collaborare al suo grandioso progetto di una pace mondiale all’interno di un team internazionale di scienziati di alto profilo, i migliori della Terra.

Tra di essi, l’uomo ritrova Ruth Adams, sua vecchia conoscenza, e conosce poi Steve Carlson, con i tre che condividono da subito i loro sospetti verso il progetto di Exeter e soci (tra i quali figura un altro uomo allampanato, con i capelli bianchi e la fronte alta e bitorzoluta… senza che nessuno dei geni lì presenti si fosse domandato le probabilità di tutto ciò).

Gli eventi precipitano subito, e Cal e Ruth si ritroveranno a vagare per il cosmo, un po’ amici e un po’ nemici di Exeter, in un vorticare di fatti davvero poco credibile (poco credibile non è la trama fantascientifica, per la quale ovviamente c'è la sospensione del giudizio, ma proprio il procedere dei fatti, le scelte dei personaggi, i rapporti tra le varie parti).

Tanto fa farmi registrare Cittadino dello spazio tra i film di fantascienza peggiori che abbia mai visto… che si distingue peraltro per degli effetti speciali davvero pacchiani. E non li sto confrontando con quelli attuali, ma con quelli de Il pianeta proibito, praticamente suo coetaneo ma stilisticamente e psicologicamente assai più efficace.

Insomma, cercatevi dell’altro da vedere, fantascienza o meno che sia… a meno che non vi interessi proprio vedere un film di fantascienza pieno di stereotipi da rivista pulp degli anni 50.

Fosco Del Nero



Titolo: Cittadino dello spazio (This island Earth).
Genere: fantascienza.
Regista: Joseph M. Newman.
Attori: Faith Domergue, Rex Reason, Jeff Morrow, Russell Johnson, Lance Fuller, Robert Nichols, Douglas Spencer, Karl Lindt, Eddie Parker, Regis Parton.
Anno: 1955.
Voto: 4.
Dove lo trovi: qui.