Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

martedì 10 gennaio 2017

Dio esiste e vive a Bruxelles - Jaco Van Dormael (film fantastico)

Spesso ho sottolineato come io ami il cinema francese, che trovo ispirato, divertente e delicato, decisamente più elegante ed originale del cinema nostrano (certo, non si può generalizzare, ma il concetto è quello).

Parente stretto del cinema francese è il cinema belga; stretto non solo per la lingua in comune (almeno, parzialmente in comune nel dualismo tra parte vallona-francese e parte fiamminga-olandese), ma anche per la cultura (pure questa almeno parzialmente in comune), come evidenzia il film recensito quest’oggi: Dio esiste e vive a Bruxelles, composto di un misto di attori belgi e francesi (i più noti sono la francese Catherine Deneuve, già recensita in 8 donne e un mistero e in La mia droga si chiama Julie, e la belga Yolande Moreau, già recensita ne Il favoloso mondo di Amelie e ne L’esplosivo piano di Bazil).

Ma passiamo subito alla trama di Dio esiste e vive a Bruxelles, a dir poco originale: Dio (Benoît Poelvoorde) esiste effettivamente sotto forma di personalità, e anzi in perfetto corpo umano… e non solo esiste, ma abita a Bruxelles, insieme alla moglie (Yolande Moreau) e alla figlia secondogenita Ea (la giovanissima e bravissima Pili Groyne).
Quanto al figlio primogenito, Gesù (intepretato tra l’altro dall’italiano David Murgia), se n’è andato da tempo da casa… cosa che progetta di fare anche la giovanissima Ea, pur ancora bambina, sempre più insofferente alle angherie e alle prepotenze del padre, personaggio davvero burbero e cattivo.

Ecco che così, consigliata in questo anche da Gesù, che ogni tanto compare sotto forma di statue che prendono a muoversi e a parlare, la piccola Ea progetta la sua fuga da casa, nonché la ricerca di nuovi apostoli… e giacché c’è scombussola l’intero pianeta comunicando a ogni persona (tramite la ricezione di un sms!) la propria data di morte.

Lo scopo finale è la scrittura del Nuovo Nuovo Testamento, per il quale Ea si avvarrà della collaborazione di un barbone, presto eletto al rango di scriba.

In conclusione, Dio esiste e vive a Bruxelles è un film che vale la pena di vedere, peraltro diretto da quel Jaco Van Dormael (belga anche lui) già regista dell’altrettanto innovativo e apprezzabile Mr. Nobody… ed evidentemente qua siamo di fronte a del talento, e non solo a un colpo fortunato.
Nel caso, buona visione.

Fosco Del Nero



Titolo: Dio esiste e vive a Bruxelles (Le tout nouveau testament).
Genere: fantastico, surreale, commedia.
Regista: Jaco Van Dormael.
Attori: Pili Groyne, Benoît Poelvoorde, Catherine Deneuve, François Damiens, Yolande Moreau, Laura Verlinden, Serge Larivière, Didier de Neck, Marco Lorenzini, Romain Gelin, Anna Tenta.
Anno: 2015.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.