Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

martedì 3 aprile 2018

Aiuto vampiro - Paul Weitz (film fantastico)

Finora avevo visto un solo film del regista Paul Weitz, ossia il celeberrimo American pie.
Quest’oggi vado a quota due, con un film di genere a dir poco diverso: Aiuto vampiro.

Il suddetto film, girato nel 2009, è un mix tra genere fantastico, grottesco, azione, horror e sentimentale… un mix forse un po’ eccessivo, e difatti questo è uno dei problemi dell’opera.

Ma andiamo a vedere la trama sommaria di Aiuto vampiro, film tratto dalla saga letteraria di Darren Shan: Darren Shan (Chris Massoglia) è un bravo ragazzo, apprezzato in famiglia, dal volto pulito, e con buone amicizie… tranne Steve (Josh Hutcherson; Hunger games, Viaggio al centro della Terra, Un ponte per Terabithia), ragazzo un po’ problematico, che rischia di portare il primo sulla cattiva strada.
In effetti i due troveranno una strada un po’ difficile, nel momento in cui decideranno di andare a vedere uno spettacolo al “Cirque du freak”, ossia una sorta di circo del grottesco: dall’uomo lupo alla donna barbuta, dai nani alla ragazza scimmia, dalla donna che rigenera gli arti all’uomo che ingoia di tutto, passando per ragni e serpenti.
E anche per vampiri, e vampiri di diversi gruppi, in guerra tra di loro: sta di fatto che Darren verrà “iniziato” da un vampiro buono, tale Larten Crepsley (John C. Reilly; Boogie nights - L’altra Hollywood, MagnoliaChicago), mentre Steve verrà cooptato dal mellifluo Tiny, che desidera portarlo dal lato dei vampiri killer, in omaggio a una non meglio precisata profezia.

Il film, come detto, oscilla con forza da un lato e da un altro: commedia e rapporti familiari e amicali, morte e sangue, bizzarrie e fantasticherie, lotta e assassinio, e in mezzo anche la solita storia d’amore adolescenziale.
Col tutto che sembra una versione grottesca di Twilight.
E che peraltro pare procedere in modo frettoloso, come accade a quasi tutte le conversioni cinematografiche delle saghe letterarie, senza prendersi il tempo necessario per approfondire i molti spunti e personaggi introdotti.

Non il massimo, occorre dire.

Anche se, ad onor del vero, il film ha anche qualche momento di interesse… e persino un ottimo cast: mettendo da parte il protagonista Chris Massoglia, che poteva e doveva essere qualcosa di meglio, abbiamo gli esperienziati John C. Reilly, Ken Watanabe, Willem Dafoe, Salma Hayek… e anche il talentuoso Josh Hutcherson, non a caso di lì a breve chiamato a partecipare al megaprogetto Hunger games.

Con tutto questo, e con uno sfondo che avrebbe potuto generare un prodotto molto più intrigante, purtroppo il risultato finale è piuttosto mediocre, e anzi appare come l’ennesimo progetto legato a una saga vampiresca: ormai il mercato è saturo, e per eccellere nel genere occorre per forza creare qualcosa di livello eccellente.
Peccato.

Fosco Del Nero



Titolo: Aiuto vampiro (Cirque du freak - The vampire's assistant).
Genere: fantastico, grottesco, azione, horror, sentimentale.
Regista: Paul Weitz.
Attori: John C. Reilly, Ken Watanabe, Josh Hutcherson, Chris Massoglia, Ray Stevenson, Patrick Fugit, Willem Dafoe, Salma Hayek, Daniel Newman, Jessica Carlson.
Anno: 2009.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.