Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 18 settembre 2019

Prima di domani - Ry Russo-Young

Mi sono accostato a Prima di domani con un po’ di sospetto, dal momento che i progetti poco originali mi lasciano perplesso già in partenza, specialmente se poi prendono le mosse da un classico del cinema come Ricomincio da capo, il quale peraltro aveva già avuto dei remake, come ad esempio l’italianissimo e ben riuscito È già ieri, che non fece l’errore di riproporre il film originale di sana pianta e vi inserì invece uno stile e degli episodi differenti.

Fortunatamente, lo dico subito, anche Prima di domani evita di compiere questo errore, e anzi dà vita a un film totalmente diverso, che parte come un teen movie alla Mean girls, procede con lo spunto tratto da Ricomincio da capo, avanza con dilemmi interiori in stile The butterfly effect e termina come un psico-dramma, portando anch’esso avanti il percorso di crescita interiore del suo protagonista (la sua protagonista, in questo caso).
Anzi, forse lo fa in misura anche maggiore rispetto a quanto fanno i suoi predecessori, che dal canto loro erano rimasti su un’impronta più da commedia.

Vediamo in grande sintesi la trama di Prima di domani, diretto nel 2017 da Ry Russo-Young: Samantha Kingston (Zoey Deutch: la solita 23enne messa a recitare la parte di una 17enne) è una ragazzina liceale che pare avere tutto dalla vita: la gioventù, la bellezza, una bella famiglia, delle amiche affezionate e fidate, uno dei ragazzi più popolari della scuola, macchine, feste, e via discorrendo.
Tuttavia, il destino sarà beffardo con lei quando si prenderà la sua giovane vita durante un incidente stradale mentre era in macchina con le sue tre amiche del cuore…
… inaspettatamente, però, la ragazza si sveglierà all’inizio del medesimo giorno e rivivrà la stessa giornata.
La stessa, ovviamente, a meno che lei non faccia qualcosa di diverso.

Mentre in Ricomincio da capo e in È già ieri ciò costituiva uno spunto per proporre numerose variazioni sul tema, sovente comiche, come una vera e propria esplorazione del ridotto scenario di vita in cui si muove il protagonista, Prima di domani si mostra più sobrio in questo senso, e anzi in ciò pare persino avaro: propone qualche giornata e qualche variazione, ma poca roba in fin dei conti, concentrandosi di più sull’aspetto interiore e psicologico della protagonista.

Fatto non negativo in sé, che però appare un po’ frettoloso, giacché Samantha matura assai rapidamente, passando in poche giornate dall’adolescente (23enne…) frivola e anche un po’ cinica che era alla ragazza matura, sensibile e altruista che finisce per diventare.

Anche in questo caso, come nel caso dei suoi predecessori, l’amore, la compassione interiore, è ciò che funge da “apriscatole” e che permettere di interrompere quello che in Ricomincio da capo era il “giorno della marmotta” e che in Prima di domani è il “giorno di cupido”, detto così perché a scuola in quel giorno i ragazzi regalano una rosa alla persona di cui sono invaghiti.

Complessivamente Prima di domani è un buon film, e alla trama sufficientemente interessante, per quanto non originale, unisce una bella scenografia e una bella fotografia, immerse in foreste e case di campagna nordamericana.
A tale bellezza tecnica e scenica su aggiunge il fattore educativo del film, che non è affatto trascurabile: sensibilità, dolcezza, compassione, altruismo e sacrificio divengono così il perno centrale della storia... che a conti fatti diviene un'ottima storia.

Un ultimo appunto: se per un film non è un delitto essere un remake, purché ben fatto e con degli elementi personali, per un romanziere è decisamente meno lodevole prendere di sana pianta un’idea precedente e scriverci sopra un romanzo; e si dà il caso che questo film sia la trasposizione del romanzo di Lauren Oliver E finalmente ti dirò addio. Autrice per adolescenti e libro per adolescenti, che probabilmente non hanno mai visto né conoscono Ricomincio da capo.

Chiudo con alcune frasi interessanti tratte dal film.

“Per qualcuno di noi c’è soltanto l’oggi, e quello che fai oggi ha importanza, nel singolo momento e forse per l’eternità.”

“Non è strano come succedano certe cose? Sembra tutto collegato.”

“Diventa chi sei.”

“Devi concentrarti su una cosa buona e vedere dove ti porterà.”

“Sisifo è molto stanco, ma crede ancora di essere in grado di spingere quel masso in salita.
È imprigionato dalla sua stessa 

“L’unica via di scampo è cambiare.”

“È troppo tardi”.
“Non è vero; non è mai troppo tardi.”

“È stato molto tempo fa.
È stato ieri.”

“Certi momenti durano per sempre.
Anche quando sono finiti continuano.”

Fosco Del Nero



Titolo: Prima di domani (Before I fall).
Genere: psicologico, esistenziale, drammatico.
Regista: Ry Russo-Young.
Attori: Zoey Deutch, Halston Sage, Logan Miller, Kian Lawley, Elena Kampouris, Jennifer Beals, Diego Boneta, Alyssa Lynch, Nicholas Lea, Liam Hall.
Anno: 2017.
Voto: 7.5.
Dove lo trovi: qui.