Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

martedì 12 agosto 2008

Incontri ravvicinati del terzo tipo - Steven Spielberg (film fantascienza)

Inizio la recensione del film con una confessione: non avevo mai visto Incontri ravvicinati del terzo tipo o, se lo avevo fatto, ero troppo piccolo per ricordarmene.

Mi rendevo conto che si trattava di una grande carenza, specie per un appassionato di cinema fantastico, e così ho deciso di porvi rimedio.

E ora arriva subito la seconda confessione: come forse avrete dedotto dal voto, non mi è piaciuto molto.

E poco importa che sia un classico, o che lo abbia diretto Spielberg (E.T., Lo squalo, I predatori dell'arca perduta e qualche altro milione di film)… non mi è piaciuto e basta.
Anzi, se devo essere sincero non è che i film di Spielberg mi abbiano mai fatto impazzire, e anzi trovo che sia un regista dotato ma un po’ fiacco e prevedibile.

Ad ogni modo, per quei pochi che non avessero mai sentito parlare di Incontri ravvicinati del terzo tipo, ecco la trama: un bel giorno dei misteriosi oggetti luminescenti solcano il cielo di una provincia statunitense. Molti sono i testimoni, tanto tra i civili quanto tra gli ufficiali di aeronautica.

Inoltre, parallelamente vengono ritrovati i resti di velivoli o di navi piuttosto risalenti, in perfetto stato di conservazione ma senza equipaggio, e soprattutto in luoghi in cui non avrebbero dovuto essere… tipo una nave nel bel mezzo del deserto del Sahara.

Aggiungiamo che tali u.f.o. (unidentified flying object) pare abbiano sparso qua e là una specie di messaggio in codice (ai civili l’immagine di un luogo e ai militari una serie di note musicali e di numeri) e il gioco è fatto.
Il codice è in qualche modo risolto, e in molti si preparano al grande evento, sotto forma di incontro.

E ora iniziamo con le critiche.
Cominciando con gli attori protagonisti, non particolarmente dotati, e difatti nessun di loro ha poi avuto successo, nonostante il successo del film (l'unico famoso, paradossalmente, è François Truffaut, che però ha avuto successo come regista!).
L’atmosfera stessa della storia lascia un po’ a desiderare, e anche esteticamente il film paga qualcosa.

Ma il punto debole maggiore di Incontri ravvicinati del terzo tipo secondo me sta proprio nella trama: degli alieni decidono finalmente di manifestarsi pubblicamente e che fanno?
Inviano un messaggio strano a un solo governo (naturalmente gli Usa) e in più ad alcune persone.
Lo scopo era di far venire poca gente o molta?

In entrambi i casi la cosa non convince, così come non convince il fatto che, pur trattandosi di alieni “buoni”, essi non si siano posti scrupoli a far impazzire degli umani con il pensiero ricorrente dovuto all’immagine da loro instillata, né a prelevare degli interi gruppi di persone da un contesto storico per portarli in un altro (per esempio, gli equipaggi della nave o dell’aereo), o persino a rapire un bambino, per la disperazione della madre.

Senza contare che, al primo incontro ufficiale tra alieni e umani, non si trova di meglio che suonare un po’ di pianoforte!!

Insomma, il film mi è sembrato più un pretesto per parlare di un argomento caldo, l’esistenza di specie aliene, piuttosto che una vera storia.
E, alla fin fine, avevo fatto bene a non guardarlo per tutti questi anni!

Eh sì, bisogna sempre dar retta al proprio intuito… alla resa dei conti, l'unico spunto interessante del film è dato dalla domanda"tu saresti salito nella navicella?"... ma per questa non c'era bisogno di un costosissimo colossal di Hollywood.

Fosco Del Nero



Titolo: Incontri ravvicinati del terzo tipo (Close encounters of the third kind).
Genere: fantascienza.
Regista: Steven Spielberg.
Attori: François Truffaut, Richard Dreyfuss, Bob Balaban, Melinda Dillon, Teri Garr, Cary Guffey, Shawn Bishop, Adrienne Campbell, Justin Dreyfuss, Lance Henriksen.
Anno: 1977.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.