Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 13 luglio 2011

La doppia ora - Giuseppe Capotondi (film drammatico)

Era da un po’ di tempo che non proponevo un film tutto italiano, e quindi eccolo qua.
Tra l’altro, l’ho scelto spinto da una segnalazione positiva trovata in rete, per cui da La doppia ora mi attendevo un buon prodotto.

Ma andiamo più nel dettaglio: La doppia ora è un film del 2009 girato da Giuseppe Capotondi, all’esordio in cabina di regia, e con attori protagonisti Filippo Timi e Ksenia Rappoport.

Vi riporto in breve l’incipit del film, senza dilungarmi nella descrizione della trama visto che è proprio su di essa che si gioca la buona riuscita della storia: Sonia è una giovane donna di Lubiana, arrivata in Italia dopo qualche trascorso difficile; Guido invece è un ex poliziotto, attualmente custode di una ricca villa.

I due si conoscono ad uno speed date, e iniziano subito a frequentarsi.
Un giorno Guido porta Sonia alla villa in cui lavora, subendo proprio in quel momento un tentativo di rapina, cui reagirà… apparentemente in modo a lui fatale.

Il film in realtà si apre con Sonia e il suo turno come lavoro di donna delle pulizie, durante il quale si assiste al suicidio di una giovane cliente dell’albergo.

Dopo l’incontro con Guido inizia il vero film, che possiede due anime: da un lato è cupo e scuro, quasi un noir, mentre dall’altro propone un intreccio psicologico che si dipana solo col suo svolgimento, in questo ricordando anche qualche predecessore.

Se nella primissima parte La doppia ora pare un film drammatico e nella seconda un film sentimentale, nella terza evolve in tratteggi surreali, e anzi pare quasi un film sulle realtà alternative e le scelte di vita.

Sonia, per l’appunto, pare vivere diverse realtà, per quanto poi il film rinculi in una trama prettamente psicologica, anche se qualcosa rimane comunque in sospeso.

Complessivamente, La doppia ora è un film non banalissimo, ma che non ha i numeri per eccellere, forse per via di attori non memorabili, o forse per il suo tratteggio oscuro e lento, a tratti noioso.

A un successo di pubblico piuttosto basso ha corrisposto una discreta rappresentanza in premi vinti e nomination tra Festival di Venezia, Nastri d’Argento, David di Donatello, European Film Awards.

Di mio, gli assegno una valutazione mediocre, per il semplice fatto che La doppia ora non mi ha mai catturato, risultando da un lato piatto, e dall’altro prevedibile.
Il finale stesso non mi ha entusiasmato.

Fosco Del Nero



Titolo: La doppia ora (La doppia ora).
Genere: drammatico, sentimentale, surreale.
Regista: Giuseppe Capotondi.
Attori: Filippo Timi, Ksenia Rappoport, Gaetano Bruno, Antonia Truppo, Fausto Russo Alesi, Lidia Vitale, Giampiero Iudica, Michele Di Mauro, Lorenzo Gioielli, Roberto Accornero, Lucia Poli.
Anno: 2009.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.