Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

lunedì 25 luglio 2011

Sherlock Holmes - Guy Ritchie (film giallo)

Scrivo con vero piacere la recensione di quest’oggi, per svariati motivi. 

Primo: il film suo oggetto è relativo a uno dei personaggi che preferivo della letteratura giovanile: Sherlock Holmes

Secondo: il film è diretto da uno dei registi a mio avviso di maggior talento in assoluto, ossia Guy Ritchie.

Terzo: il duo di attori protagonisti è veramente in parte, e parlo tanto dell’Holmes-Robert Downey Jr. (A scanner darkly, Tropic thunder) quanto del Watson-Jude Law (uno degli attori più presenti su Cinema e film, con i vari Existenz, Sleuth, Alfie, Gattaca, Parnassus, Closer, tutti peraltro film di valore).

I due peraltro sono affiancati da Rachel McAdams (indimenticata coprotagonista negativa di Mean girls, vista anche in 2 single a nozze).

Veniamo subito al punto centrale: Guy Ritchie sceglie di snaturare i due personaggi di Holmes e di Watson rappresentandoli a modo suo. Sherlock Holmes è un guascone per certi versi inaffidabile nonché grande esperto di combattimento (io mi ricordavo il violino, ma forse la mia memoria non è affidabile!), mentre John Watson non è certo quel compagno fedele ma un po’ tontolone dei racconti di Conan Doyle, e anzi assurge al ruolo di pari, anche lui, pur se zoppo, piuttosto in gamba quando si viene alle mani.

Caratteristica in comune tra i due: una grande ironia, fatto che certamente sa più di Guy Ritchie che non di Arthur Conan Doyle.

Peraltro, e lo dico a chiare lettere, finalmente il regista si scrolla di dosso i suoi ultimi lavori mediocri (Travolti dal destino, Revolver) e rinverdisce i fasti dei suoi primi brillanti film (Lock & stock e The snatch).

Altro punto che corrisponde assai poco ai racconti originali: la massiccia presenza di azione.

In effetti, Sherlock Holmes è un film piuttosto dinamico, che lascia veramente poco tempo allo spettatore per rifiatare, e in quei pochi momenti lo intrattiene comunque con arguti motteggi, proprio come piace a me.

L’ambientazione è eccellente, con la Londra ottocentesca resa benissimo, e gli intrighi di palazzo (che sanno molto di cospirazionismo “vero”, con tanto di “nuovo ordine”, sette segrete e sacrifici umani) interessanti e coinvolgenti.

Il film inoltre strizza l’occhio al fantastico-surreale, per quanto poi fa marcia indietro (sarebbe stato forse troppo per il povero Conan Doyle).

Per il resto, che dire?

Ottime le recitazioni di Robert Downey Jr. e Jude Law, con Watson che è curiosamente più volitivo di Holmes e che gli toglie spazio vitale, grazie al grande carisma di Jude Law.

Ultima considerazione: il film ha ottenuto incassi record tanto negli Usa quanto da noi in Italia, nonché quattro nomination tra Oscar e Golden Globe (per quelli che badano a premi e riconoscimenti); uno di quei casi in cui la qualità incontra il successo di pubblico...

Fosco Del Nero




Titolo: Sherlock Holmes (Sherlock Holmes).Genere: giallo, commedia, thriller.Regista: Guy Ritchie.
Attori: Robert Downey Jr., Jude Law, Rachel McAdams, Noomi Rapace, Stephen Fry, Jared HarrisGeraldine James, William Houston, Kelly Reilly, Eddie Marsan, Affif Ben Badra, Christian Wolff, Gilles Lellouche.
Anno: 2009.
Voto: 7.5.
Dove lo trovi: qui.