Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 23 novembre 2011

Memorie di una geisha - Rob Marshall (film drammatico)

Dopo alcune commedie (Il paradiso all’improvviso, Polpette, Man on the moon), ci dirigiamo stavolta su un film drammatico, peraltro di ambientazione esotica: Memorie di una geisha, film girato da Rob Marshall nel 2005.

Memorie di una geisha è l’adattamento cinematografico del romanzo di Arthur Golden ed è ambientato nel Giappone degli anni “30.

La protagonista è Chiyo, bambina venduta dal padre a soli nove anni a una scuola di geishe, nella quale acquisirà il nome Sayuri e verrà educata all’arte di deliziare i ricchi uomini d’affari giapponesi.

La sua storia sarà poi segnata dall’incontro con il direttore generale (di cui la piccola Chiyo si innamora), con l’invidiosa e perfida Hatsunomo (che le metterà i bastoni tra le ruote in ogni modo) con l'esperta geisha Mameha (che la farà diventare la geisha più desiderata di tutta la città).

Come sempre, quando c’è l’Oriente dei mezzo, è dedicata una grande cura alla parte estetica: Memorie di una geisha non fa eccezione a questa regola non scritta, e si presenta bellissimo da vedere, una vera gioia per gli occhi, e non solo per la presenza delle belle protagoniste (Zhang Ziyi e Gong Li, curiosamente cinesi e non giapponesi), ma soprattutto per la grande cura dedicata alla scenografia e alla fotografia.
Memorabile, in particolare, la scena di Sayuki al suo esordio come ballerina solista (non dimenticando che Rob Marshall è un ex coreografo).

All’estetismo orientale di solito si accompagna una certa lentezza, cosa evitata dal fatto che il regista in questo caso è americano, ed è il regista dei musical Chicago e Nine, che dà alla pellicola un ritmo piuttosto serrato tale da non annoiare mai e anzi coinvolgere lo spettatore per tutta la durata del film.

Film che in sostanza è un film introspettivo-psicologico, che parte dal dolore di una bambina venduta e va avanti tra gioie e tristezze, legate anche alla venuta della seconda guerra mondiale.

Memorie di una geisha ha ottenuto buoni riconoscimenti sia presso il pubblico (raddoppiando ai botteghini il suo costo di produzione) sia presso la critica, con numerosi premi vinti: Oscar, Bafta, Golden Globe, MTV Movie Award, National Board of Review Award, Nastro d'argento, etc.

Imperdibile per gli amanti delle amosfere orientali o semplicemente per chi ama estetica e fotografie curatissime.
Da evitare invece per chi non sopporta le storie tristi e prive di qualunque felicità e senso dell’umorismo (fatto che me ne fa ridurre la valutazione a una semplice più che sufficienza per le virtù prima elencate).

Fosco Del Nero



Titolo: Memorie di una geisha (Memoirs of a geisha).
Genere: drammatico, sentimentale, psicologico.
Regista: Rob Marshall.
Attori: Zhang Ziyi, Gong Li, Suzuka Ohgo, Ken Watanabe, Koji Yakusho, Kaori Momoi. Michelle Yeoh, Youki Kudoh, Ted Levine, Togo Igawa, Kenneth Tsang.
Anno: 2005.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.