Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 27 agosto 2014

Bless me, Ultima - Oltre il bene e il male - Carl Franklin (film drammatico)

Bless me, Ultima - Oltre il bene e il male è un film recentissimo, dello scorso anno, che prende le mosse dall’omonimo romanzo di Rudolfo Anaya, ambientato nel New Messico (quindi Stati Uniti) nel 1940, e quindi durante la seconda guerra mondiale.

Il protagonista centrale, che peraltro è anche la voce narrante della storia, è il piccolo Juan Antonio Marez y Luna, figlio di Gabriel Marez e di Maria Luna… e quindi, etimologicamente parlando, erede dell’energia girovaga del mare da un lato e dell’energia protettiva e materna della Luna dall’altro.

La prima è quella che ha portato prima suo padre e poi i suoi fratelli, di lui molto maggiori, a girare per il mondo, mentre la seconda è quello che lo ha avvicinato ai misteri della vita, grazie soprattutto alla guida di Ultima, curandera, erede dell’antica tradizione spirituale del luogo.
Saggia e guaritrice, tuttavia da molti è mal vista perché, in un’epoca già invasa dal cristianesimo, è da molti additata come strega. In particolare, Tenorio, potentato del villaggio, la vuole vedere morta, perché la incolpa dei guai della sua famiglia.

Detto questo, del film non c’è molto altro da dire, senza ovviamente anticipare la trama, dal momento che Bless me, Ultima - Oltre il bene e il male ondeggia, a proposito di mare e di Luna, tra il film drammatico, il film psicologico, e il film introspettivo-spirituale, pur senza spingere troppo su quest’ultimo tasto, e anzi dando sempre l’impressione di limitarsi apposta.

E, in questo senso, ad essere prevalente è decisamente la componente drammatica, con la rivalità e la lotta tra Tenorio e la famiglia dei Mares-Luna, nonché il breve percorso di formazione del piccolo Antonio accanto ad Ultima.

Tuttavia, qualche spunto interessante nel film c’è, e ho preso appunti.

Qua Ultima parla della Terra e delle sua creature-piante. 
“Parlaci, è un essere vivente come tutte le cose: come gli alberi, le rocce, il fiume.
Prima di strapparlo via dalla sua casa, devi parlarci un pochino.”

Qua il padre di Antonio gli parla brevemente di come noi giudichiamo le cose. 
“Molte delle cose che definiamo malvagie non lo sono affatto.
È solo che non le capiamo veramente, e le chiamiamo malvagie.”

E in queste ultime due citazioni lo stesso Antonio riassume degli insegnamenti appresi dalla curandera.
“C’è bellezza sia nel giorno che nella notte, e quando cala la notte c’è pace nel fiume e nelle colline. 
Ultima mi ha insegnato ad ascoltare il mistero della terra vivente, e a sentirmi completo nel compimento del suo tempo.”

“Ultima ci aveva insegnato a trarre forza dalle nostre esperienze, a vedere la meraviglia della nostra vita. Ci aveva insegnato che l’anima eterna si espande se abbracciamo la vita e tutto quello che ci circonda.”

Nel complesso, Bless me, Ultima - Oltre il bene e il male è un buon film, con una buona ambientazione e una buona recitazione, che però lascia la sensazione che avrebbe potuto essere qualcosa in più, e che non ha osato troppo.

Fosco Del Nero



Titolo: Bless me, Ultima - Oltre il bene e il male (Bless Me, Ultima).
Genere: drammatico.
Regista: Carl Franklin.
Attori: Luke Ganalon, Miriam Colon, Benito Martinez, Dolores Heredia, Castulo Guerra, Joaquín Cosio, Manuel Garcia-Rulfo, Reko Moreno.
Anno: 2013.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.