Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

venerdì 13 novembre 2009

Black lagoon - Sunao Katabuchi (anime)

Anche quest’oggi propongo una serie animata giapponese, con l’intento di mettere a disposizione dei miei lettori il maggior numero di informazioni possibile.

Come in casi precedenti, manga o anime (tra questi ultimi, si vedano Honey and Clover e Onegai twins, proposti di recente), anche stavolta la recensione si riferisce al solo primo episodio della serie.

Ho pensato, difatti, che comunque fornire informazioni e un giudizio di base sull’opera fosse comunque utile a chi legge, laddove io avrei potuto continuare la visione in seguito (come farò per l’appunto per alcuni anime).

La serie di oggi è Black lagoon, diretta nel 2006 da Sunao Katabuchi e tratta da un manga di Rei Hiroe, questo del 2002.

La trama è incentrata sulla Lagoon Company, una compagnia di mercenari che opera nell’Estremo Oriente a partire dalla propria base in Thailandia.
I loro clienti, come i loro affari e le loro missioni, sono spesso sporchi, tanto che sono frequenti gli scontri a fuoco e le uccisioni.

Il gruppo è formato da tre elementi: il leader Dutch, la spietata Revy, l’informatico Benny… cui si aggiunge Rokuro Okajima, poi soprannominato Rock, un ex impiegato di una ditta giapponese che si trova suo malgrado sfruttato dalla sua azienda e ostaggio proprio della Lagoon Company, con cui poi rimarrà dopo aver deciso di abbandonare la sua precedente grigia vita d’ufficio.

Tecnicamente, Black lagoon è una serie d’azione con elementi da thriller, date le continue sparatorie, inseguimenti, etc.

Di fatto, però, come spesso accade con gli anime, essa mantiene una forte componente da commedia, specie grazie ai siparietti tra Revy, Rock e compagnia bella, risultando quindi alla fine abbastanza leggera.

Certamente, Black lagoon piacerà agli amanti dell’azione, degli intrighi e delle ambientazioni marine (il gruppo di mercenari si muove quasi sempre tramite una barca superarmata).

Agli amanti delle commedie, del genere fantastico o, viceversa, noir-orrorifico, consiglio di approdare in altri lidi.
Per me, neanche la sufficienza.

Fosco Del Nero



Titolo: Black lagoon (Burakku Raguun).
Genere: commedia, drammatico, guerra.
Regista: Sunao Katabuchi.
Anno: 2006.
Voto: 5.5.
Dove lo trovi: qui.