Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 19 gennaio 2011

Racconti incantati - Adam Shankman (film commedia)

Personalmente, e mi è già capitato di sottolinearlo, non sono un grande amante dei classici film per famiglie in stile Disney, e non solo perchè la Disney (nata da un massone di alto grado, ricordiamocelo) ha la spiacevole abitudine di inserire ogni tanto nelle sue produzioni destinate al pubblico più giovane dei fotogrammi che, sempre ogni tanto, la portano a patteggiare una certa penale per evitare un pubblico processo per satanismo e corruzione di minori, ma, molto più semplicemente (sono una persona semplice, io), perché trovo i suddetti film spesso banali e noiosi.

Racconti incantati, per l’appunto film Disney, è stato per questo una piacevole sorpresa, che mi sono tentato essenzialmente per la presenza in esso di Adam Sandler, un buon attore che raramente, pur privilegiando il genere umoristico-brillante, partecipa a produzioni di scarso valore (come il divertentissimo e fuori di testa Zohan).

Tra l’altro, ci ho ritrovato anche Courtney Cox, ossia la Monica di Friends,che rivedo sempre con piacere (sia Friends, sia Monica).
Ma andiamo subito alla trama di Racconti incantati: Skeeter Bronson lavora come tuttofare nel grande albergo di Nottingham (e con Richard Griffiths ci ho ritrovato anche Zio Vernon di Harry Potter), che lo aveva rilevato proprio da suo padre, costretto a vendere per evitare il fallimento.

Il talento e il savoir faire di Skeeter però sono sprecati come tuttofare, ed egli spera di assurgere prima o poi alle alte cariche promesse da Notthigham a suo padre al momento della cessione.
Per il momento, però, egli deve occuparsi dei figli di Wendy, sua sorella, occupata nel mentre in colloqui di lavoro in un altro stato.
Al momento delle fatidiche storie della buonanotte ai bambini, tuttavia, qualcosa di magico e bizzarro comincia a succedere, e la realtà e la fantasia si mescolano in modo irresistibile.

Ok, è un film per famiglie.
Ok, è tutto sommato innocuo e non certo grandemente innovativo.
Ok, non vi sono dietro personaggi caratterizzati in modo eroico, e anzi, ora che ci rifletto, rispecchiano tutti degli stereotipi, tanto che il finale del film è facile da leggere anche solo dopo pochi minuti di film.

Purtuttavia, Racconti incantati ha qualcosa di speciale, che non a caso ne ha decretato un buon successo negli Usa e nel resto del mondo (in Italia, invece, come molte delle cose belle è passato sotto silenzio, ma forse i cinema italiani erano troppo pieni di film su cinepanettoni o roba simile): un misto di leggerezza, di ironia e di buoni sentimenti che di mio ho trovato veramente ben amalgamato.
Le numerose varianti fantastiche (fantasy, fantascienza, gladiatori, etc), inoltre, aggiungono al film vivacità e mutevolezza.

Insomma, Racconti incantati non passerà forse alla storia del cinema, ma è un ottimo esempio di buon film di intrattenimento.

Fosco Del Nero



Titolo: Racconti incantati (Badtimes stories).
Genere: commedia, surreale.
Regista: Adam Shankman.
Attori: Adam Sandler, Courteney Cox, Keri Russell, Guy Pearce, Russell Brand, Richard Griffiths, Jonathan Pryce, Lucy Lawless, Teresa Palmer.
Anno: 2008.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.