Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

lunedì 2 luglio 2012

I pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma - Gore Verbinski (film fantastico)

I pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma segue a distanza di tre anni il grande successo La maledizione della prima luna, che tanto successo aveva riscosso presso pubblico e anche critica, facendo incetta di nomination nei vari premi.

Lo schema è rimasto lo stesso, con tanto di regista e attori protagonisti: a dirigere, difatti, c’è sempre Gore Verbinski (che ancora prima che con I pirati dei Caraibi aveva raggiunto la fama con l’horror The ring), e a recitare c’è sempre il trittico di punta Johnny Depp-Keira Knightley-Orlando Bloom nei panni, rispettivamente, del funambolico pirata Jack Sparrow, della giovane aristocratica Elizabeth Swann e dell’audace fabbro Will Turner.

Cambia però lo spauracchio di turno, da ambo i lati.
Sul versante della marina inglese a dare fastidio al trio non è più il Commodoro Norrington, ma Lord Beckett, mentre sul versante piratesco il cattivo non è più Capitan Barbossa, ma Davy Jones, mitico pirata a capo dell’Olandese Volante.
Da un lato e dall’altro, inoltre, vi è un patto da rispettare per salvaguardare la propria libertà.

A costo di andare controcorrente, devo dire che questo secondo film della saga de I pirati dei Caraibi mi ha lasciato un po’ perplesso. Certamente, è un film di livello, con una lavorazione importante alle spalle e degli attori parimenti importanti a interpretarlo, tuttavia sa molto di già visto.
Personalmente, difatti, sono abbastanza critico nei confronti dei secondi episodi che non manifestano nulla di nuovo rispetto ai loro predecessori, e questo, purtroppo, è proprio il caso de La maledizione del forziere fantasma, in cui ci sono i medesimi protagonisti (e questo passi, anche se autori e registi coraggiosi hanno il fegato di cambiare qualcosa anche a livello di “ingredienti”), la solita maledizione di fondo, un tesoro nascosto da trovare, i soliti cattivi bruttini.

Insomma, in due ore e mezza di film si poteva e si doveva metter dentro qualcosa di nuovo oltre che le numerose scene d’azione (e di mio penso che al cinema l’azione piace tanto a quelli che non capiscono i contenuti o l’ironia) e qualche flirt tra Sparrow ed Elizabeth (da notare che, a quanto si dice, Keira Knightley per partecipare al secondo episodio aveva posto la condizione che in esso vi fosse un bacio con Johnny Depp).

Come il primo episodio, peraltro, anche questo secondo abbonda di citazioni (il libro di Robert Louis Stevenson L'isola del tesoro, il videogioco Monkey Island, etc), nonchè di riferimenti a La maledizione della prima luna.

Chiudo con tre dettagli curiosi.
Primo dettaglio: è la prima volta in carriera che Johnny Depp ha interpretato per due volte lo stesso personaggio, tanto ama Jack Sparrow (e si vede che lo calza in maniera ispirata).
Secondo dettaglio: memorabile la scena del combattimento sulla ruota del mulino, e in particolare lo sguardo sbigottito di chi vede passare il mulino!
Terzo dettaglio: La maledizione del forziere fantasma ha avuto incassi record in tutto il mondo, tanto da essare risultato il terzo film ad aver superato il miliardo di dollari di incassi al botteghino (attualmente dieci film sono riusciti in questa impresa… anche se ovviamente occorrerebbe tarare la classifica sull’andamento dei prezzi d’ingresso).

Fosco Del Nero



Titolo: I pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma (Pirates of the Caribbean: the curse of the ghost).
Genere: fantastico, commedia.
Regista: Gore Verbinski.
Attori: Johnny Depp, Orlando Bloom, Keira Knightley, Geoffrey Rush, Jack Davenport, Jonathan Pryce, Bill Nighy, Stellan Skarsgard, Kevin McNally, Geoffrey Rus.
Anno: 2006.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.