Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

lunedì 30 giugno 2014

Incontri con uomini straordinari - Peter Brook (film drammatico)

Il film recensito oggi su Cinema e film è decisamente particolare: parlo di Incontri con uomini straordinari, terminato nel 1979 e diretto negli anni precedenti da Peter Brook.

Incontri con uomini straordinari è la trasposizione dell’omonimo libro del maestro armeno Georges Ivanovic Gurdjieff, ed è stato girato con l’assistenza di Jeanne de Salzmann, la principale erede spirituale di Gurdjieff (se la gioca con Ouspensky), cui si deve la memoria delle danze sacre che costituivano parte importante dell’addestramento spirituale del maestro armeno e che si intravedono anche a fine film in tutto il loro fascino.

Ma andiamo con ordine: Incontri con uomini straordinari, girato in Afghanistan, racconta la vita di Gurdjieff dall’adolescenza fino alla prima maturità e lo segue nei sui viaggio nel Vicino e nel Medio Oriente alla ricerca della verità e dell’illuminazione.

Il giovane Gurdjieff sente difatti che nella vita ci deve essere qualcosa di più che non la mera sopravvivenza, ed egli è intenzionato, insieme ad un ristretto gruppo di amici, a trovare questo qualcosa.
Non trovando niente sui libri, però, decide di andare a cercare in prima persona… e in particolare di cercare la Confraternità di Sarmoung, misteriosa scuola misterica che però nessuno sembra sapere dove sia.

Incontri con uomini straordinari è così il racconto tanto di un viaggio esteriore, tra vari paesi e città, quanto di un viaggio interiore, alla ricerca di se stesso e della verità della vita.

Dopo un inizio un po’ in sordina, il film prende, tanto da risultare coinvolgente e a tratti emozionante, con numerosi sprazzi di bellezza.

Certamente un film non può riassumere l’opera di un grande maestro spirituale, né la sua vita, e nemmeno una porzione di vita, ma comunque questo riesce a dare l’idea della ricerca di consapevolezza che stava dietro tutto ciò che poi c’è stato nella vita del maestro armeno: tecniche psicofisiche, danze sacre, esercizi di risveglio, Prieuré, Istituto per lo sviluppo armonico dell'uomo, etc.

In questo senso, lettori e appassionati di Gurdjeff, nonché ricercatori spirituali in genere, potranno senza dubbio largamente apprezzare Incontri con uomini straordinari come lo ho gradito io.

Ultime due cose.
La prima è che  il libro da cui il film è originato è piuttosto lungo e denso, e nel film non è stata proposta che una piccola porzione dei suoi contenuti.

La seconda è che mi sono segnato alcune frasi contenute nel film, che riporto di seguito.

"Così la tua famiglia vuole che tu diventi un prete."
"Sì, ma io sono interessato alla scienza."
"Allora studia medicina: corpo e anima dipendono l'uno dall'altra."

"Diventa te stesso, e poi Dio e Satana non avranno importanza."

"Alcuni dicono che noi abbiamo un'anima, che continua ad esistere quando siamo morti.
Ma io non credo in questo: tuttavia sono certo, senza alcun dubbio, che attraverso certe esperienze, possiamo sviluppare una sostanza davvero sottile in noi stessi. Quando moriamo, quella sostanza non muore contemporaneamente."

"Pagheremo il prezzo."

"Sin da quando ero bambino, avevo la sensazione che qualcosa mancava in me; sentivo che oltre la mia vita ordinaria c'era un'altra vita, una vita che mi sta chiamando. "

"La conoscenza accade direttamente, quando neanche un solo pensiero rimane tra te e la cosa che conosci.
Poi vedrai te stesso così come sei, e non come tu vorresti essere."

"E' davvero importante chi sono o cosa sono?
Non è forse la curiosità il motivo per cui la tua vita non è approdata a nulla?
Forse non è troppo tardi, se riesci a sentire con tutto il tuo essere che tu sei realmente vuoto, ti consiglio di provare una volta ancora. 
Ad una condizione io ti aiuterò. La condizione è: muori in modo cosciente alla vita che hai condotto finora."

"Non troverai mai la risposta da solo.
Da solo un uomo può fare davvero poco: la sua unica speranza è trovare un luogo dove il vero sapere è ancora vivo."

"Al momento giusto ci sarà una guida."

"La fede non può essere data agli uomini.
La fede non è il risultato del pensare, arriva dalla conoscenza diretta."

"Pensare e conoscere sono abbastanza differenti.
Bisogna sforzarsi di comprendere, e solo questo può condurre a Dio."

"Sono felice che tu sia arrivato qui da te stesso senza il mio aiuto.
Ciò dimostra che durante questo tempo non sei rimasto a dormire"

"Affermare.
Negare.
Riconciliare."

"Ora hai finalmente trovato la condizione in cui il desiderio del tuo cuore può divenire la realtà del tuo essere.
Resta qui fino a quando avrai acquisito una forza in te che niente può distruggere.
Dopo potrai tornare indietro alla vita e lì misurerai costantemente te stesso con forze che ti mostreranno il tuo posto."

Fosco Del Nero



Titolo: Incontro con uomini straordinari (Meetings with remarkable men).
Genere: drammatico, psicologico, esistenziale.
Regista: Peter Brook.
Attori: Dragan Maksimovic, Mikica Dimitrijevic, Terence Stamp, Warren Mitchell, Natasha Parry.
Anno: 1979.
Voto: 8.
Dove lo trovi: qui.