Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

lunedì 13 agosto 2012

C’era una volta - Once upon a time - Adam Horowitz, Edward Kitsis (serie tv)

Era da un po’ di tempo che non recensivo una serie tv (le ultime furono il mediocre I pilastri della terra, il curioso Eastwick, l’ottimo V - Visitors e l’eccellente serial russo Il maestro e Margherita), categoria che quest’oggi rinverdisco con C’era una volta - Once upon a time.

Si tratta di una serie televisiva piuttosto originale, di matrice fantastica ma con un focus essenzialmente relazionale.
Essa è stata ideata da Adam Horowitz e Edward Kitsis, due degli sceneggiatori di Lost, e propone allo spettatore un doppio punto di vista, ma con i medesimi protagonisti: da un lato abbiamo il mondo fantastico delle favole, per l’occasione riunite in un unico contesto, al quale dunque partecipano Biancaneve, il principe azzurro, la strega cattiva, Cenerentola, Cappuccetto rosso, il grillo parlante, etc.

Dall’altro lato abbiamo una cittadina americana, Storybrooke, nella quale tutti codesti personaggi vivono una vita apparentemente qualunque, dimentichi della loro vera identità a causa di una maledizione della strega cattiva.

L’unico a conoscere la verità è Henry Mills, il figlio adottivo del sindaco della cittadina… che poi è la strega cattiva (la quale ovviamente non ha perso la memoria… e che peraltro porta il nome personale di Regina).

Henry ritroverà la sua vera madre in Emma Swan, giovane donna che capita nella cittadina (caso più unico che raro, dal momento che non ci capita mai nessuno, come in una sorta di ambiente chiuso e indipendente da cui peraltro pare sia impossibile andarsene) e che comincerà a mettere il naso dappertutto, incuriosita un po’ dalla storia che le racconta il ragazzino, un po’ dall’atteggiamento fastidioso del sindaco-strega cattiva, e un po’ anche per il desiderio di recuperare il rapporto col figlio che aveva dato in adozione quando era troppo giovane per crescerlo.

La serie finora ha visto una sola stagione, comprensiva di vendidue episodi. Di questi, in Italia ne sono arrivati ancora di meno, tanto che finora ne ho visto solo tredici. Se li ho visti, tuttavia, ciò indica un sufficiente livello di interesse e coinvolgimento della serie, che ha punti positivi ma anche qualche criticità.

Tra i primi, certamente l’originalità, una discreta regia, una trama interessante e decisamente mutevole e flessibile, grazie anche al doppio livello dimensionale.

Tra i secondi, tuttavia, un cast non eccellente (che ha colto il segno nel caso di personaggi come Henry o Tremotino/signor Gold, ma che nel caso di altri mi ha lasciato perplesso), nonché una sceneggiatura che a volta fa sembrare ottusi i suoi personaggi al fine di far proseguire la storia in una certa direzione piuttosto che in un’altra che al contrario sembrava assai più plausibile.

Quanto all’evoluzione della storia, è interessante e incuriosisce, sempre vivace grazie al continuo passaggio tra fiaba e realtà moderna (la seconda più interessante della prima, a mio avviso), e grazie e continui flashback del livello “fantasy”.

Nel complesso, e in attesa di vedere i successivi episodi, C’era una volta - Once upon a time, pur non entusiasmandomi, mi è sembrata una serie tv ben fatta e godibile.
Peccato perché a mio avviso avrebbe potuto raggiungere un altro spessore con un cast più mirato.

Fosco Del Nero



Titolo: C’era una volta (Once upon a time).
Genere: serie televisiva, fantastico.
Ideatore: Adam Horowitz, Edward Kitsis.
Attori: Jennifer Morrison, Jared Gilmore, Ginnifer Goodwin, Robert Carlyle, Lana Parrilla, Jamie Dornan, Joshua Dallas, Meghan Ory, Raphael Sbarge.
Anno: 2011-in corso.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.