Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 19 dicembre 2018

The help - Tate Taylor

Qualcuno mi aveva suggerito The help come film significativo per i suoi contenuti esistenzial-spirituali, e dunque me lo sono guardato.

Si tratta di un film del 2012 diretto da Tate Taylor, al suo secondo film dopo Pretty ugly people.

Genere del film: drammatico, con qualche puntata nella commedia, tanto che nel dargli una categoria i due antipodi fanno a gara, risultando in ciò abbastanza equilibrati.

Detto del genere, veniamo alla trama sintetica di The help: siamo negli anni “60 in Mississipi, Stati Uniti d’America, negli anni in cui l’integrazione razziale tra bianchi e neri stava procedendo, pur se con tante difficoltà.
Una delle difficoltà era quella per cui molti bianchi ritenevano che i neri fossero una razza a parte, addirittura portatrice di malattie particolari, tanto che la separazione era buona cosa per quanto possibile: dunque, spazi separati nei locali pubblici, bagni separati, posti separati sui pullman, e ovviamente status sociali ben separati: la prima è la classe sociale dominante e la seconda è la classe sociale che serve… e difatti la gran parte degli uomini svolge lavori di fatica, e la gran parte delle donne svolge lavori di servitù nelle casa dei bianchi.
Curiosamente, spesso crescendo letteralmente i figli dei bianchi, e a volte più delle loro stesse madri.

La vicenda ci racconta la storia di Eugenia "Skeeter” Phelan (Emma Stone; Benvenuti a ZombielandLa coniglietta di casa, Birdman o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza), una giovane donna bianca che si rende conto di quanto il sistema sia distorto e, unendo a tale visione la sua ambizione giornalistica, decide di scrivere dei saggi a riguardo, incoraggiata in questo da una famosa giornalista.
Così, raduna man mano le varie donne di servizio nere, e le convince a rivelarle i loro punti di vista, dietro anonimato, fino a comporre un intero libro.

The help è appunto la storia di tale libro, tratto peraltro dl libro vero L'aiuto, di Kathryn Stockett, amica d’infanzia del regista, ma, ancor prima, della situazione sociale di quel periodo.

Vi sono due commenti da fare su The help.
Il primo è relativo a film in sé e per sé, il quale è opera ben fatta e convincente; scenografia, costumi, trucchi, atteggiamenti, persino i corpi femminili scelti dicono tutti “anni "60”.
Il secondo riguarda i contenuti del film, che sono di valore nel senso che porgono all’attenzione di un’umanità che non li ha vissuti drammi e abissi umani che è bene che non si dimentichino…

… anche se, a ben guardare, il medesimo dramma, la medesima distorsione umana, si ripresenta storicamente sotto diverse forme: prima interi popoli erano considerati di valore inferiore ad altri, poi le donne non avevano l’anima, poi i neri erano gli schiavi… nel periodo odierno la medesima questione (schiavitù-servitù-asservimento-sfruttamento) si sta ponendo nei confronti degli animali: hanno l’anima o no?

Proprio come noi oggi guardiamo film come The help e riteniamo quei tempi assai arretrati come consapevolezza umana, in futuro guarderanno ai tempi odierni e li riterranno incredibilmente barbari per quel che fa l’uomo oggi (animali, natura, esseri umani stessi, e via discorrendo).

Ma questo non c’entra con The help, ma me lo ha solo ricordato en passant (e in generale i contenuti esistenziali promessi nel film non ci sono): The help, dal canto suo, è un buon film, come detto, che ha avuto peraltro la grande virtù di mettere le attrici giuste al posto giusto, a cominciare dalla protagonista Emma Stone, davvero adatta alla parte.

Fosco Del Nero 




Titolo: The help (The help).
Genere: drammatico, commedia.
Regista: Tate Taylor.
Attori: Emma Stone, Viola Davis, Bryce Dallas Howard, Octavia Spencer, Jessica Chastain, Ahna O'Reilly, Allison Janney, Anna Camp, Chris Lowell, Cicely Tyson.
Anno: 2012.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.