Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 6 luglio 2016

If only - Gil Junger (film commedia)

Non mi ricordo perché mi sono guardato If only… ma credo proprio di averlo confuso con qualche altro film, giacché né regista, né trama né attori principali sono sulla mia lista della spesa, per dir così.
Ad ogni modo, ormai l’ho visto, per cui ora lo recensisco, partendo dal regista, tale Gil Junger, che non avevo mai sentito nominare, e proseguendo con Jennifer Love Hewitt, lei attrice conosciuta… anche se in pratica mai vista, tra film come Cenerentola a New York, So cosa hai fatto e Heartbreakers - Vizio di famiglia, e la serie tv di cui era protagonista, Ghost whisperer.

In If only interpreta Samantha Andrews, una musicista carina e vivace, che ha una relazione con Ian Wyndham (Paul Nicholls, anche lui personaggio belloccio e talentuoso) che sembra essere a un punto critico: o decolla definitivamente, oppure si interrompe.

La prima parte del film sembra puntare su questa seconda possibilità: una sera, dopo l’ennesima incomprensione, lei lo lascia, fisicamente e relazionalmente… 
… e pochi secondi dopo subisce un violento incidente automobilistico, che la uccide.

A quel punto lui, affranto, si rende conto di quanto lei era importante per lui, e va a dormire abbracciando il di lei diario…
… salvo svegliarsi il giorno dopo con la ragazza accanto, come se nulla fosse successo.

Premonizione o sogno, sta di fatto che il giovane ha l’occasione di rivivere la giornata precedente, un po’ come in Ricomincio da capo (ma solo una, grazie a Dio e per fortuna di noi spettatori), anche se il film nel suo senso ricorda più Sliding doors.

Alcuni eventi del giorno precedente-sogno si ripresentano, altri accadono ma un poco diversi, mentre altri non accadono per nulla, per cui Ian è sempre in dubbio su cosa succederà e sul fatto che il finale sarà lo stesso o diverso…

Al di là di questa componente immaginifico-fantastica, essenzialmente If only è un film d’amore, e anche un po’ strappalacrime-sentimentaloide. Jennifer Love Hewitt oscilla tra il simpatico e il delizioso, con qualche incursione nello stucchevole…
… come peraltro tutto il film, che diviene rapidamente una sorta di campionario di scene di amore romantico, spesso prevedibili e un po’ noiose.

Le uniche eccezioni a tale copione parecchio smielato sono rappresentate dalle frasi che invitano a vivere il momento presente, e che danno al film una componente almeno in parte esistenzial-didattica.
Queste ad esempio:

“Il passato non esiste. Quello che importa è ora, solo ora.”

“La morte non è la fine dell’amore.”

“Un giorno, quel giorno, è qui, ora.”

E la domanda finale è: sono sufficienti una protagonista luminosa e un paio di frasi azzeccate per rendere meritevole un film che di base è un film strappalacrime di tipo sentimental-drammatico, discretamente prevedibile e banale nel suo procedere?

A mio avviso no, da cui la valutazione di fondo.
Ma, e dico ma, se amate le storie sentimentali, da amori hollywoodiani, e magari i personaggi vivaci e positivi, o siete fan sfegatati di Jennifer Love Hewitt, allora If only potrebbe anche piacervi.

Fosco Del Nero



Titolo: If only (If only).
Genere: sentimentale, commedia, drammatico, fantastico.
Regista: Gil Junger.
Attori: Jennifer Love Hewitt, Paul Nicholls, Tom Wilkinson, Diana Hardcastle, Lucy Davenport, Roy Sampson, Kevin Moore, Neville Phillips.
Anno: 2004.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.