Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

domenica 12 luglio 2009

Sempre più blu - Kou Fumizuki (manga)

Questo è il terzo manga che recensisco dopo averne letto il solo primo numero. Come preannunciato nella recensione di Wingman, infatti, ho deciso di recensire anche quei manga che, dopo la lettura del primo volume, ho deciso di non proseguire.

Difatti, una recensione negativa (o semplicemente non entusiastica) è utile tanto quanto una positiva: nel primo caso si sa cosa evitare e nel secondo cosa ricercare…

Ad ogni modo, il manga di oggi è Sempre più blu, di Kou Fumizuki, un altro dei numeri uno comprati a caso di recente (di solito faccio acquisti mirati, ma stavolta ho puntato sul grande numero, confidando di trovare qualcosa di buono sui dodici volumetti acquistati).

Ecco in breve la trama di Sempre più blu: Kaoru Hanabishi è uno studente liceale, che un bel giorno incontra alla stazione una bella ragazza vestita con un kimono (per chi non lo sapesse, il tradizionale abito femminile giapponese).

La ragazza, di nome Aoi Sakuraba, non è del luogo, per cui Kaoru si offre di accompagnarla all’indirizzo cui deve andare…
… che poi si scopre essere proprio la via dove vive Kaoru.

Vicino a dove vive il ragazzo, tuttavia, non vi sono altri edifici, e così egli, che vive da solo, invita la ragazza a casa sua…
… per scoprire poi che si tratta di una sua amica d’infanzia…

… peraltro tornata a Tokio unicamente per sposarlo in virtù di un accordo fatto quando erano bambini.

Un inizio di storia molto artefatto, che serve l’unico scopo di creare una commedia adolescenziale piena zeppa di fan service, ossia quelle situazioni sensuali-ambigue su cui puntano alcuni manga (di solito più si punta su quello, meno contenuti reali ha il fumetto).

Non che manchi qualche momento di simpatica o qualche risata, però è veramente troppo poco per suscitare l’interesse di un appassionato di manga.

In definitiva, dunque, il mio consiglio è di lasciar perdere Sempre più blu e di orientarvi altrove, magari sui classici (anni fa gli appassionati di manga dovevano faticare per trovare il loro fumetto preferito, mentre ultimamente si è assistito ad una proliferazione dei titoli presenti in libreria-fumetteria-edicola, tanto da rendere difficile trovare manga di qualità), per esempio Video Girl Ai, Maison Ikkoku o Kimagure Orange Road.

Fosco Del Nero



Titolo: Sempre più blu (Ai yori aoshi).
Genere: commedia, sentimentale, adolescenziale.
Autore: Kou Fumizuki.
Anno: 1998-2005.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.