Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 24 febbraio 2010

May - Lucky McKee (film drammatico)

La recensione di quest’oggi è dedicata a un film che vi consiglio di non guardare.

E con questo direi che ho mandato all’aria svariati principi di scrittura efficace.
Ma la sintesi è importante, per cui…

Per coloro che volessero tuttavia conoscere i motivi della mia opinione, la recensione continua, e segnatamente partendo dal resoconto sommario della trama di May, il film di oggi.

May è una bambina sfortunata: è nata fortemente strabica da un occhio ed è costretta alternativamente a portare o una benda antiestetica o degli occhialoni correttivi.
Alla sfortuna alla nascita si unisce anche l’eccellente talento pedagogico della mamma, che, a dispetto di un tono dolce, sembra che faccia di tutto per farla sentire inadeguata, diversa e incapace.

Tra una cosa e l’altra, dunque, la bambina cresce un poco deviata, cosa evidente quando la si ritrova ragazza: timida, imbranata, impiegata presso una clinica operatoria per animali (e le piace molto operarli, squartarli, etc), senza mai un ragazzo e perennemente delusa.

La sua unica amica è una bambola, che sua madre le regalò quando era bambina, come sempre col suo magico tocco educativo:
- “Se non riesci ad avere amici, inventateli”.
- “Non puoi toccarla perché lei è speciale e rischi di rovinarla, quindi lasciala dentro la teca”.

Sta di fatto che un bel giorno May si innamora di un bel ragazzo, e tenta di conquistarlo, naturalmente in modo goffo…

Ora, io adoro i personaggi bislacchi e i film fuori dalle righe , e al contrario odio la banalità.
Tuttavia, un personaggio bislacco finisce di essermi simpatico quando uccide gatti, squarta bambole e persone, prende la gente a forbiciate in faccia, conserva in casa i cadaveri delle persone che ha ucciso, etc.

May sta sospeso tra la commedia sentimentale, lo splatter, il drammatico-psicologico, non riuscendo però a eccellere in nessuno dei tre campi.

Peccato, però, perché le premesse del personaggio sui generis non erano male, ma il film poi risulta noioso e prevedibile, quasi una sorta di elenco scontato di uccisioni e stranezze.

Il mio voto è 4, e il mio consiglio di usare meglio il vostro tempo.
Qualora tuttavia decidiate di guardarlo, fatemi sapere se vi è piaciuto o meno.

Fosco Del Nero



Titolo: May (May).
Genere: drammatico, psicologico, sentimentale.
Regista: Lucky McKee.
Attori: Angela Bettis, Anna Faris, Jeremy Sisto, James Duval, Nichole Hiltz, Kevin Gage, Merle Kennedy.
Anno: 2002.
Voto: 4.
Dove lo trovi: qui.