Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 1 settembre 2010

Alice in wonderland - Tim Burton (film animazione)

Alice in wonderland è il terzo film di Tim Burton che recensisco dopo Beetlejuice e Il mistero di Sleepy Hollow.

Se i due testé citati si sono meritati i galloni di film meritevoli (per quanto Beetlejuice non sia certamente il meglio di Burton, che ci ha abituato negli anni a capolavori quali Big fish, Edward mani di forbiceLa sposa cadavere, lo stesso cortometraggio Vincent, o anche Nightmare before Christmas, da lui non diretto, ma scritto e prodotto), questo proprio non si può dire per la sua ultima produzione (a dire il vero anche la sua penultima, Sweeney Todd, non mi aveva convinto troppo).

Come nel caso del precedente film Disney, anche questa opera sulla celeberrima Alice prende spunti ed elementi da ambo i libri dedicatile da Lewis Carroll (Alice nel paese delle meraviglie e Dentro lo specchio), ma ci mette del suo.

In teoria, una storia e un’ambientazione come quella di Alice calzava a pennello a un regista fantasioso e creativo come Tim Burton, ma forse proprio l’avere a che fare con un canovaccio già scritto (trame e personaggi) ha confuso le idee al talentuoso regista, che ha finito col realizzare una cosa che non è né Alice nelle meraviglie, né un film di Tim Burton.

Ma passiamo in breve alla trama di Alice in wonderland: Alice è ormai cresciuta, e anzi prossima al fidanzamento con un signorotto locale, di buone maniere ma di scarso cervello e carattere.
Gli anni sono passati, tanto che la giovane, pur non avendo perso memoria dei suoi trascorsi nel mondo delle meraviglie, li ha ricollocati nella categoria dei sogni.

Il bianconiglio, però, comparirà un’altra volta, e un’altra volta Alice scenderà nel mondo delle meraviglie, trovandovi una realtà in crisi a causa della Regina Rossa e del suo desiderio di dominare su tutto e tutti.

Il film sta a metà tra recitazione e animazione, e peraltro presenta un cast di alto spessore: dalla protagonista Mia Wasikowska a Johnny Depp (La nona porta, Il mistero di Sleepy Hollow, La maledizione della prima luna, etc), da Helena Bonham Carter (Fight Club, Big fish, Merlino, etc) a Crispin Glover (Ritorno al futuro), da Anne Hathaway (Havoc, Il diavolo veste Prada) a Christopher Lee (The wicker man, e ancora una volta Il mistero di Sleepy Hollow).

Insomma, i nomi ci sono…

Manca però la vera qualità, quella cui ci ha abituati Tim Burton, che anzi, in questo film, passa da cantastorie di storie originali e bizzarre a reporter di una trama tutto sommato qualunque: l’eroina arriva nel mondo in crisi, si procura gli artefatti che le servono e sconfigge i cattivi, qua sotto forma di principessa e di drago.

Tra l’altro, quasi quasi per una volta veniva da tifare per la Regina Rossa (una Helena Bonham Carter dalla testa enorme) piuttosto che per la Regina Bianca (una Anne Hathaway mai così mal truccata, brutta e anche un po’ antipatica, diciamolo).

Insomma, per farla breve il mio consiglio è di non guardarvi Alice in wonderland, bensì gli altri film di Tim Burton.

Fosco Del Nero



Titolo: Alice in wonderland (Alice in wonderland).
Genere: animazione, fantastico, fantasy.
Regista: Tim Burton.
Attori: Mia Wasikowska, Johnny Depp, Crispin Glover, Helena Bonham Carter, Anne Hathaway, Stephen Fry, Christopher Lee, Matt Lucas, Timothy Spall, Barbara Windsor, Michael Sheen, Alan Rickman.
Anno: 2010.
Voto: 5.
Dove lo trovi: qui.