Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

martedì 5 maggio 2020

Edward mani di forbice - Tim Burton

Era il 1990 quando uscì Edward mani di forbice, il film che consacrò Tim Burton come uno regista originale e da tenere d’occhio in avvenire.
Vidi il film probabilmente qualche anno dopo, dal momento che nel 1990 avevo solo 11 anni, ma simpatizzai subito con esso e con il talento visionario di Burton, al contempo grottesco e dolce, ma non rividi più il film… sino a oggi.

Piccolo elenco: Edward mani di forbice è così il dodicesimo film di Tim Burton che recensisco sul blog, dopo, in ordine di apparizione: Beetlejuice - Spiritello porcello, Il mistero di Sleepy Hollow, Alice in wonderland, Big fish, Ed Wood, Dark shadows, Frankenweenie, Big eyes, La sposa cadavere, La fabbrica di cioccolato, Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali.
Ciò fa di Burton uno dei registi comparsi più spesso nelle pagine di Cinema e film, e a buon titolo.
Tra i suoi film assenti, mancano: Pee-wee's big adventure (il film d’esordio), Batman (che credo di non avere mai visto perché Batman non mi ha mai interessato molto), Batman - Il ritorno (idem come sopra), Mars Attacks! (visto molti anni fa), Planet of the Apes - Il pianeta delle scimmie (visto anni fa), Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street (visto ma considerato non imperdibile).

In tutta questa lista, di livello e qualità altalenante, devo dire che Burton, pur avendo mancato qualche colpo, dimostra di avere ancora molto da offrire: il suo ultimo film, in particolare, Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali, è uno dei suoi film più belli.

Ma veniamo alla trama di Edward mani di forbice: siamo in una cittadina della Florida, e in unoquartiere ben definito, in cui tutti si conoscono e le donne fanno a gara a chi spettegola di più.
In tale quartiere, vive Peggy Boggs (Dianne Wiest; Hannah e le sue sorelle, La rosa purpurea del Cairo, Settembre), rappresentante di cosmetici, la quale un giorno finisce in un vecchio maniero in cima ad una collina, trovandovi Edward (Johnny Depp; (La nona portaI pirati dei Caraibi - La maledizione della prima luna, e numerosi film dello stesso Burton), una sorta di automa senziente costruito da un geniale inventore (Vincent Price; a proposito, inevitabile ricordare il bellissimo corto di Tim Burton intitolato proprio Vincent, e dedicato al famoso attore) morto però prima di riuscire a completare la sua creazione… da cui le forbici al posto delle mani.
La donna porterà quello che sembra un ragazzo bizzarro a casa propria, cercando con alterne fortune di inserirlo nella società.
Da sottolineare anche il ruolo della figlia Kim, interpretata dall’allora giovane Winona Ryder (Ragazze interrotte, Sirene, A scanner darkly - Un oscuro scrutare, Celebrity, Dracula).

Edward mani di forbice è un film di genere surreale, e anzi tecnicamente sarebbe un film di fantascienza, ma non lo è nella sostanza dal momento che oscilla tra commedia e dramma, tra psicologia e sentimenti.
Nel suo essere così dolce e nel presentare un personaggio inevitabilmente disadattato e inadatto alla vita sociale, è forse il film di Burton che è rimasto di più nell’immaginario popolare.

Non è personalmente il mio film preferito: pur apprezzando l’idea del personaggio, nonché il quartiere super colorato che funge da scena per gli eventi, trovo l'opera un po’ troppo naif e molto lontana dai migliori lavori di Tim Burton, che sono a mio avviso Big fish, Il mistero di Sleepy Hollow, Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali e La sposa cadavere (menzione anche per Nightmare before Christmas, di cui Burton ha curato soggetto e produzione).

Ma a ognuno il suo, e comunque anche per Edward mani di forbice provo una certa tenerezza e simpatia, tanto che la valutazione è comunque positiva, nonostante un tono un po’ naif, semplicistico e numerosi luoghi comuni (il ragazzo macho in stile quarterback, le donne pettegole del vicinato, un misterioso maniero, etc).

Fosco Del Nero 



Titolo: Edward mani di forbice (Edward scissorhands).
Genere: surreale, commedia, drammatico.
Regista: Tim Burton.
Attori: Johnny Depp, Winona Ryder, Dianne Wiest, Anthony Michael Hall, Kathy Baker, Robert Oliveri, Conchata Ferrell, Caroline Aaron, Dick Anthony Williams, Vincent Price, O-Lan Jones, Alan Arkin.
Anno: 1990.
Voto: 6.5.
Dove lo trovi: qui.