Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

mercoledì 17 novembre 2010

Lock and stock - Pazzi scatenati - Guy Ritchie (film commedia)

Finora ho recensito tre film di Guy Ritchie, regista inglese conosciuto tanto per il suo talento filmico, quanto per il suo passato matrimonio con Madonna (dico passato, ma in realtà non sono molto aggiornato col gossip, nel caso qualcuno mi smentisca): sul sito sono passati difatti The snatch, Revolver e Travolti dal destino, col primo che è il più vecchio (2000) e l’ultimo che è il più recente (2005).

Peraltro, l’elenco anagrafico è anche la classifica di qualità… classifica completata da Lock and stock, di poco precedente a The snatch e ugualmente bello, a differenza delle ultime produzioni di Ritchie.

Ma partiamo dalla base, il genere: Lock and stock - Pazzi scatenati è di difficile classificazione, posto che, a leggere la trama, sembrerebbe trattarsi di un thriller e pure piuttosto sanguinolento.
A ben vedere, tuttavia, trattasi di commedia con uno spiccato gusto del grottesco.

Proprio come piace a me, peraltro…
Ma andiamo subito alla trama, molto sintetizzata per via del gran numero di situazioni e personaggi: Bacon (Jason Statham; The snatch, The italian job, Revolver, London), Tom (Jason Flemyng; La leggenda degli uomini straordinari), Soap (Dexter Fletcher) ed Eddie (Nick Moran) hanno deciso di sfruttare il gran talento di quest’ultimo per le carte per giocarsi tutti i loro risparmi in una partita a three card brag (un gioco di casino di origine britannica, anche conosciuto come flush o teen patti) contro Harry l’Accetta, boss della mala locale e personaggio veramente poco raccomandabile, come esemplificato a più riprese dai suoi due collaboratori, Barry il Battista e Big Chris.

Eddie perde la partita, mettendo i quattro nei guai e dando inconsapevolmente il via a tutta una serie di avvenimenti….

Il film, di media durata, si presenta fin da subito vivace e coinvolgente, e mantiene un ritmo alto per tutta la sua durata, risultando assai gradevole e divertente.

Come detto, pallottole, sangue, coltelli, fucili e accette sono una sorta di sfondo perenne nella storia, ma il tono grottesco e umoristico del tutto impedisce di vedere Lock and stock come un film drammatico o un thriller, e anzi spesso spuntano fuori risate e sorrisi.

La trama è piena di nodi, che però si sciolgono tutti assieme nel finale, i personaggi sono veramente molto ben caratterizzati e si ricorderanno a lungo, mentre i dialoghi sono veramente efficaci.

Insomma, non è un caso che questo Lock and stock - Pazzi scatenati abbia lanciato la carriera di Guy Ritchie, che spero anzi possa tornare presto al livello delle sue prime opere.
Da citare peraltro anche le recitazioni di Vinnie Jones, ex giocatore del Chelsea e anche lui presente in The snatch, e di Sting, il noto cantante (già visto peraltro in Dune e Le avventure del barone di Munchausen).

Fosco Del Nero



Titolo: Lock and stock - Pazzi scatenati (Lock and stock and two smoking barrels).
Genere: commedia, grottesco.
Regista: Guy Ritchie.
Attori: Jason Statham, Jason Flemyng, Dexter Fletcher, Nick Moran, Vinnie Jones, Frank Harper, Huggy Leaver, Steven Mackintosh, Sting.
Anno: 1998.
Voto: 7.5.
Dove lo trovi: qui.