Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

venerdì 4 aprile 2014

Star wars 2 - L’attacco dei cloni - George Lucas (film fantascienza)

Se ho molto apprezzato Star wars 1 - La minaccia fantasma, non si può purtroppo dire lo stesso di Star wars 2 - L’attacco dei cloni, film che addirittura sconfina nell’insufficienza, fatto assai grave per un film della saga di Star wars.

Certo, le valutazioni sono soggettive, e so di persone che hanno preferito il secondo episodio al primo, senza contare ovviamente la trilogia iniziale, ossia gli episodi 4, 5 e 6, ma i due film secondo me sono proprio su livelli diversi, a favore del primo.

Se La minaccia fantasma aveva il carisma dell’inizio, nonché una sceneggiatura coerente e accattivante, L’attacco dei cloni zoppica da molti punti di vista, tanto che deve aggrapparsi alla storia d’amore tra Anakin e Amidala, essa stessa poco convincente, oltre che fuori luogo nella sua sdolcinatezza in una saga fantascientifica ed eroica come Star wars (picnic sul prato…).

Ma andiamo a tratteggiare in breve la trama di questo secondo episodio della saga di Guerre stellari: la Repubblica è sempre più in crisi, e l’elezione del nuovo cancelliere Palpatine non sembra aver dato stabilità all’organismo politico.
Padme Amidala, esaurito il suo secondo mandato, non è più regina di Naboo, bensì senatrice della Repubblica, e in questa veste viene chiamata sul pianeta Coruscant per un’importante deliberazione. L’ennesimo attentato ai suoi danni costringe i jedi a seguirla e proteggerla (altro punto dolente del secondo episodio, che non trova di meglio che riproporre un segmento di trama del primo), cosa che peraltro il cresciuto Anakin Skywalker gradisce molto, essendo innamorato dell’ex regina fin da quando l'aveva conosciuta (altro punto dubbio: Anakin l’aveva conosciuta bambino, e quando l’aveva lasciata non era mica innamorato di lei semplicemente perché le donne neanche gli interessavano). Anche l’ex regina gradisce, e da qui nuovi problemi.

Un altro problema è il conte Dooku, ex jedi e forse passato al lato oscuro, con Darth Sidious che continua a manovrare gli eventi da dietro le quinte (altro punto di domanda: Yoda e gli altri jedi senior lo hanno avuto a due metri e, con tutta la loro sensibilità per la Forza, non lo hanno riconosciuto come Signore Oscuro??).

Da qui il solito crescendo di azione ed effetti speciali… però stavolta non sostenuto da un’adeguata trama e tensione narrativa, e infatti si è esagerato con l’azione proprio per sopperire alle altre carenze.

Pure dal punto di vista dei contenuti e dei dialoghi di spessore, il secondo episodio si rivela povero. 
Ecco le sole due citazioni rilevanti che mi sono segnato (comunque molto belle, e che anzi da sole varrebbero un intero film):

“Ti è permesso amare? Credevo che fosse proibito a un jedi. L’attaccamento è proibito. Il possesso è proibito. La compassione, che io definirei amore assoluto, illimitato, è al centro della vita di un jedi. E quindi si può dire che noi siamo spronati ad amare.”

“Vai al centro della forza d’attrazione, e il tuo pianeta tu troverai…”

Certo, è qualcosa, meglio di niente, ma L’attacco dei cloni rispetto a La minaccia fantasma si rivela povero e inconcludente, e a tratti persino confusionario, con le strategie politico-diplomatiche che non sono spiegate chiaramente e che lasciano qualche dubbio allo spettatore… che alla fine si risolve nel “tifare” esclusivamente per i due jedi protagonisti: il più maturo Obi-Wan Kenobi (l’ottimo Ewan McGregor) e il giovane di belle speranze Anakin Skywalker (Hayden Christensen).

Purtroppo, insufficiente.

Fosco Del Nero



Titolo: Star wars 2 - L’attacco dei cloni (Star wars: episode II - Attack of the clones).
Genere: fantascienza.
Regista: George Lucas.
Attori: Ewan McGregor, Natalie Portman, Hayden Christensen, Ian McDiarmid, Samuel L. Jackson, Christopher Lee, Pernilla August, Daniel Logan, Jimmy Smits, Rose Byrne, Temuera Morrison, Jack Thompson.
Anno: 2002.
Voto: 5.5.
Dove lo trovi: qui.