Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare.

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te.

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno.

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi che il mondo cambi, inizia a darti da fare tu stesso.

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

Corso di esistenza

martedì 10 dicembre 2019

Star trek - Il futuro ha inizio - J.J. Abrams

Le mie conoscenze del mondo di Star trek sono molto ristrette, e si limitano al Capitano Kirk, al Signor Spock, al Dottor McCoy e ovviamente all’Enterprise.
Finito.

Tuttavia, ho deciso di vedermi Star trek - Il futuro ha inizio in quanto segnalato da molte parti come ottimo film di fantascienza…
… e che peraltro si situa nella giovinezza dei suddetti protagonisti, dando loro un passato e mostrando come sono arrivati dove sono arrivati, ossia tutti sull’Enterprise.

Diciamo subito che, pur non essendo esperto o appassionato di Star trek, qualche episodio della serie storica con William Shatner l’ho visto: fantascienza vecchio stile, e metà tra l’intellettuale e lo slancio emotivo, comunque molto composta rispetto ai canoni odierni.
Star trek - Il futuro ha inizio, al contrario, è un film moderno, con personaggi moderni: dinamici, vivaci, movimentati. Persino Spock ha slanci di rabbia, il che è tutto dire.

A proposito di Spock: mi ha fatto specie vederlo interpretato da Zachary Quinto, ossia il Sylar della serie tv Heroes, tanto che mi aspettavo l’uso di superpoteri da un momento all’altro.
Kirk è stato assegnato invece a Chris Pine, che non ho mai incontrato finora, mentre il terzo personaggio più importante del film, che non è il Dottor McCoy ma Nyota Uhura, è stato affidato alla bella Zoe Saldana (Avatar, Guardiani della galassia).

Altri personaggi: attori noti: Simon Pegg (L’alba dei morti dementi, Hot fuzz, La fine del mondo) interpreta Montgomery Scott, Anton Yelchin (Il luogo delle ombre, Cuori in Artlantide) ha il ruolo di Pavel Chekov, Eric Bana (Troy, Hulk) è il cattivo Nero, John Cho (Flash forward) è Hikaru Sulu.
Piccola particina anche per Winona Ryder… che a dire il vero adesso come la vedo mi fa un po’ pena.

Ad ogni modo, ecco la trama sommaria di Star trek - Il futuro ha inizio, diretto da J.J. Abrams (Lost, FringeStar wars: Episodio VII - Il risveglio della forza, Mission: impossible 3, Super 8): James Tiberius Kirk è nato grazie al sacrificio di suo padre, pilota di una nave interstellare della Federazione, che ha dato la vita perché sua moglie, il figlio che stava nascendo proprio in quel momento e parte dell’equipaggio potesse salvarsi dall’attacco di una potente nave romulana, guidata dal cattivo Capitano Nero.
Anni dopo lo ritroviamo adolescente ribelle, e ancora più tardi ragazzo ugualmente ribelle, più interessato al nome della bella Uhura che alla carriera nella Federazione.
Più tardi ancora, dopo un altro salto di anni, lo ritroviamo sopra una nave interstellare, l’Enterprise, prima come paziente, poi come consulente, poi come ospite indesiderato e infine come capitano. Intorno a lui, girano i vari Dottor McCoy, Nyota Uhura, il vulcaniano Spock, e altri personaggi minori, tutti minacciati dalla medesima nave romulana che aveva ucciso il padre di Kirk.

Star trek - Il futuro ha inizio colpisce in diversi modi: il primo, ovvio, è la magnificenza dell’apparato visivo, con effetti speciali, immagini e colori davvero notevoli, risultato immagino di un ricco budget.
Il secondo è l’ottimo cast: al di là del fatto che i personaggi fossero molto o poco noti (c’è anche  Leonard Nimoy, ossia l’originale Spock!), sono tutti perfettamente in parte, segno che il casting è stato curatissimo.
I dialoghi sono ugualmente ficcanti e interessanti, o comunque perlomeno vivaci.
La trama è un po’ contorta, e fa molto Ritorno al futuro, ma va bene comunque.

Probabilmente Star trek - Il futuro ha inizio ha perso, ma più probabilmente ha volutamente abbandonato, lo spirito tipico dello Star trek serie televisiva, adottandone uno più contemporaneo, dinamico e spettacolaristico… fatto che ho letto esser piaciuto poco a molti fan della serie tv.
Chi però non ha questo attaccamento, può guardarsi quello che è un ottimo film di fantascienza, che è una sorta di mix tra Star trek (i personaggi, la storia) e Star wars (l’indole vivace e spettacolare).
Di mio, ho gradito Star trek - Il futuro, tanto che mi vedrò anche i due seguiti (che però sono sempre sequel rispetto alla serie tv originaria), ossia Star trek - Into darkness e Star trek – Beyond.

Termino la recensione con due frasi tratte dal film.
La prima è legata alla disciplina del corpo emotivo: 
“Controllare le emozioni fa sì che non siano esse a controllare te”.

La seconda accenna alla scelta individuale lungo il proprio percorso di vita:
“Tu sei perfettamente capace di determinare il tuo destino.
La domanda cui dare risposta è: quale strada sceglierai?
È qualcosa che solo tu puoi decidere”.

Fosco Del Nero



Titolo: Star trek - Il futuro ha inizio (Star trek)
Genere: fantascienza, azione, commedia.
Regista: J.J. Abrams.
Attori: Chris Pine, Zachary Quinto, Eric Bana, Zoe Saldana, Anton Yelchin, Simon Pegg, Winona Ryder, Karl Urban, John Cho, Bruce Greenwood, Ben Cross, Leonard Nimoy, Greg Ellis, Chris Hemsworth, Jennifer Morrison.
Anno: 2009.
Voto: 7.5.
Dove lo trovi: qui.


Il mondo dall'altra parte