Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

martedì 8 settembre 2009

Baby birth - Haruhiko Mikimoto, Sukehiro Tomita (manga)

Nuovo manga firmato da Haruhiko Mikimoto e proposto su Cinema e film (all’intero del quale la componente anime e manga costituisce una gradita minoranza, peraltro affiancata ai numerosi film orientali recensiti).

La differenza rispetto al precedente Macross 7 Trash è che, mentre quest’ultimo fumetto è stato recensito nella sua interezza, il presente lo è solo in relazione al primo numero: parlo di Baby Birth, manga pubblicato tra il 2001 e il 2002 e disegnato appunto da Haruhiko Mikimoto in collaborazione con Sukehiro Tomita (che al suo attivo il manga Wedding peach, ammesso che l’espressione “al suo attivo” vada bene per un prodotto così scadente).

Primo punto: si tratta di una serie molto breve, e composta unicamente di due tankobon (ossia i volumetti giapponesi originali, piuttosto corposi per i nostri standard, anche se molte trasposizioni italiane si stanno adattando al formato).

Secondo: il genere è un mix di componenti, spaziando tra il fantastico, il drammatico e la commedia sentimentale.

Terzo punto, ecco la trama: Hizuro Oborozuki è una giovane studentessa dell’Accademia artistica di Tokyo, e in particolare è particolarmente dotata nel pattinaggio, tanto su pista quanto su ghiaccio.
Tuttavia, ha qualche difficoltà a concentrarsi sull’accompagnamento musicale…

… almeno fino a quando ad effettuarlo non sarà Takuya Hijo, un giovane e bel musicista.

A quel punto, incredibilmente, Hizuro si trasforma in una sorta di supereroina, capace di combattere i demoni Suspicion, entità malefiche che vogliono eliminare la razza umana dalla Terra per prenderne il controllo.

Ecco che, dunque, si fondono gli elementi sopra citati: quello fantastico, quello drammatico (non è uno shojo manga tutto fiorellini e scene deformed), quello sentimentale.

I disegni ricordano, come peraltro era lecito aspettarsi, quelli di Macross 7 Trash, anche se risultano più confusi e meno efficaci, rimanendo comunque gradevoli.

I punti deboli del fumetto, tuttavia, sono altri due, e a mio avviso lo sono tanto da non far proseguire con la lettura del secondo tankobon:
- i personaggi sono tutt’altro che indimenticabili, e difatti non colpiscono il lettore e la memoria di loro svanisce presto;
- la trama è di una banalità sconfortante (i demoni cattivi che vengono combattuti dai buoni con i superpoteri).

Il voto finale sembrerà forse cinico e ingiusto, specie agli amanti dei due mangaka, ma a mio avviso è il più giusto per un’opera anonima, che poteva anche non essere fatta senza che ci si perdesse proprio niente.

Fosco Del Nero



Titolo: Baby birth (Baby birth).
Genere: fantastico, drammatico, commedia, sentimentale.
Autore: Haruhiko Mikimoto, Sukehiro Tomita.
Anno: 2001-2002.
Voto: 4.5.
Dove lo trovi: qui.