Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

martedì 22 settembre 2009

Cari fottutissimi amici - Mario Monicelli (film commedia)

Quest’oggi recensisco un film italiano di un po’di tempo fa, che, complice un non eccessivo successo, è un po’ finito nel dimenticatoio: parlo di Cari fottutissimi amici, girato da Mario Monicelli nel 1994.

Il cast prevede tra le sue file due volti noti del cinema italiano, ossia Paolo Villaggio e Massimo Ceccherini, affiancati poi da attori secondari, la gran parte dei quali dallo spiccato accento toscano.

Difatti, l’ambientazione è quella della Firenze del lontano 1944, allorquando, appena sconfitti i tedeschi e riniziato a vivere dopo le sofferenze e le devastazioni della guerra, un ex pugile, Ginevro Parodi detto Dieci (Paolo Villaggio), improvvisa una compagnia di pugili itinerante con lo scopo di recarsi alle varie fiere di paese per sbarcare il lunario a forza di ricompense, spesso in natura.

La compagnia, composta dapprima da solo un paio di ragazzi, allargherà le sue file a nuovi membri, compreso un ex soldato americano di colore e due donne, di cui un’ex collaborazionista fascista.

Va da sé che il gruppo, piuttosto folkloristico anche per via del macinino con cui si sposta (lentamente) da un paese all’altro, incontrerà sulla sua strada varie avventure e situazioni (tra queste, spiccano le comparsate di Paolo Hendel e di Eva Grimaldi).

Sostanzialmente, nonostante lo scenario sia teoricamente drammatico (la guerra, la fame, la povertà, la morte), di fatto Cari fottutissimi amici è una commedia, e persino una commedia brillante, infarcita di gag visive e verbali, soprattutto grazie a un ispirato Paolo Villaggio, che si associa praticamente sempre alla celeberrima figura nazional-popolare di Fantozzi, ma che a volte ci si dimentica essere un buon attore.
La sua interpretazione di “Dieci” è divertente e convincente.

Anche Massimo Ceccherini, giovanissimo, fa il suo, così come gli altri attori, per quanto di minor talento.

Buoni anche scenografia, costumi e colonna sonora, anche se il punto forte di Cari fottutissimi amici è la sua semplicità: esso scorre lineare, senza intoppi, mostrando allo spettatore uno squarcio di vita passata, quella della provincia italiana post guerra, arricchito da un umorismo simpatico e a tratti surreale (in questo senso come essenza ironica e leggera non è dissimile dal più famoso L'armata Brancaleone).

Fosco Del Nero



Titolo: Cari fottutissimi amici.
Genere: commedia, storico.
Regista: Mario Monicelli.
Attori: Paolo Villaggio, Massimo Ceccherini, Paolo Hendel, Eva Grimaldi, Beatrice Macola, Antonella Ponziani, Elijan Raynard Childs, Giuseppe Oppedisano, Marco Graziani, Vittorio Rap.
Anno: 1994.
Voto: 7.
Dove lo trovi: qui.