Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

sabato 16 gennaio 2010

Piccoli tradimenti - Pascal Bonitzer (film drammatico)

Il film recensito oggi è certamente uno di quei film che alcuni definirebbero d’autore, o comunque di nicchia, visto il genere, i suoi interpreti principali e il suo stile: parlo di Piccoli tradimenti, girato nel 2003 da Pascal Bonitzer e con interpreti principali Daniel Auteuil e Kristin Scott Thomas.

Peraltro, esattamente due dei protagonisti della divertente pellicola di Francis Veber Una top model nel mio letto, in cui Daniel Auteuil interpretava un burbero e cinico miliardario e Kristin Scott Thomas la sua arguta moglie.

Tutto un altro genere rispetto a questo Piccoli tradimenti, storia drammatica e sentimentale.

In essa, il protagonista è Bruno (Daniel Auteuil) un giornalista comunista con una moglie coetanea e un’amante giovanissima (la bellissima e pluripremiata Ludivine Sagnier, già vista in 8 donne e un mistero e Swimming pool), che accetta l’invito di uno zio e si reca in vacanza in un paesino di montagna sopra Grenoble.

Bruno è una sorta di peter pan dei sentimenti: privo di legami, và dove gli sembra meglio andare in base all’impulso del momento, e questo nonostante provi disinteresse o persino disprezzo per l’attraente donna di turno, adulta o ragazzina che sia.

A tenergli testa, in pratica, è solo Nathalie (Kristin Scott Thomas), donna come lui intelligente, acuta e disillusa, passata attraverso diverse esperienze di vita (tra le altre cose, attuale moglie dell’ex amante, nientemeno che il secondo marito di sua madre).

In buona sostanza, il film si regge tutto sul motteggio tra i due, spesso efficace e arguto, anche se tanto sofisticato quanto spesso triste e deprimente.

In mezzo a tale traiettoria, diversi altri personaggi, in definitiva secondari… anche se anche i personaggi secondari possono incidere sulla trama principale, come si vedrà a fine storia…

Piccoli tradimenti è un film che non può piacere a molti: non piacerà senza dubbio agli amanti dei film d’azione, non piacerà a chi vuole vedere gli attori soliti noti, non piacerà a chi vuole una storia svagata e leggera, non piacerà a chi preferisce dialoghi semplici e scorrevoli.

Bene, a chi potrebbe piacere allora?
Inoltre, a te è piaciuto?

La risposta alla seconda domanda è: così così.
Ne ho apprezzato soprattutto i dialoghi e le provocazioni verbali, anche se alla fine ho concluso che era un film di cui si poteva benissimo fare a meno, da cui il voto sufficiente ma non positivo.

La risposta alla prima domanda invece è: provate a vedere Piccoli tradimenti voi stessi, ammesso che non apparteniate ad una delle categorie su indicate, nel qual caso temo che stareste perdendo il vostro tempo.

Fosco Del Nero



Titolo: Piccoli tradimenti (Petites coupures).
Genere: drammatico, sentimentale.
Regista: Pascal Bonitzer.
Attori: Daniel Auteuil, Kristin Scott Thomas, Ludivine Sagnier, Emmanuelle Devos.
Anno: 2003.
Voto: 6.
Dove lo trovi: qui.