Slide # 1

Slide 1

Nella vita bisogna avere il coraggio di volare

Slide # 2

Slide 2

L'unico posto in cui puoi trovare la forza è dentro di te

Slide # 3

Slide 3

Ogni tanto ricordati di amare qualcuno

Slide # 4

Slide 4

Se vuoi cambiare il mondo, inizia a darti da fare tu stesso

Slide # 5

Slide 5

Sai ancora sorprenderti dell'esistenza?

domenica 3 gennaio 2010

Harry Potter e il Principe Mezzosangue - David Yates (film fantasy)

È curioso notare come i libri e i film di Harry Potter abbiano regolarmente polverizzato record su record di vendite e incasso, oltre che notare quanto gli eroi della Rowling siano ormai entrati nell’immaginario collettivo.

Anche l’ultimo film prodotto, Harry Potter e il Principe Mezzosangue, ha macinato spettatori su spettatori, nonché soldi su soldi, affidato come il precedente Harry Potter e l’Ordine della Fenice al regista David Yates, che era riuscito col precedente film a dare una decisa svolta di stile e di genere alle pellicole potteriane, portandole a un livello decisamente più drammatico, introducendo anche degli elementi prettamente orrorifici.

Sfortunatamente, l’esito positivo non si è ripetuto stavolta, col risultato di aver generato un film veramente poco efficace, carente da molti punti di vista.

La prima cosa che colpisce di Harry Potter e il Principe Mezzosangue è l’atmosfera generale della storia, veramente scialba; in tal senso, probabilmente va espressa una critica più allo scenografo che non al regista (anche se alla fine è il regista il responsabile artistico), reo di aver messo su delle location poco evocative, banali, prive di colore e di immaginazione.

Secondo punto: paiono meno coinvolgenti anche i dialoghi, con il film che non regge certo il passo del libro, viceversa avvincente.

Ancora, è impressionante la poca cura con cui sono state dipinte le relazioni umane che andavano maturando durante la storia, e che invece costituivano una parte decisamente pregnante del libro.
Si pensi al triangolo Ron-Lavanda-Hermione, che nel film è ridotto ad alcuni episodi da macchietta, o all’amore che cresce tra Harry e Ginny, nel film appena accennato, e peraltro in modo scialbo, mentre nel libro era intenso e commovente.

Forse il regista ha inteso effettuare una sinergia tra gravità degli eventi (Voldemort e i suoi Mangiamorte al loro apice) e vissuto comune adolescenziale, ma il mix non è riuscito particolarmente bene, e anzi suona strano da parte dello stesso regista che aveva fatto fare un salto anagrafico ai film del piccolo maghetto inglese.
O forse, più semplicemente, Yates se l'è cavata bene nel precedente episodio, caratterizzato dal ritorno di Voldemort e da molta azione, mentre questo, viceversa più incentrato sulle relazioni interpersonali, ha evidenziato i limiti del regista, bravo con le scene drammatico ma decisamente meno bravo con rapporti umani e umorismo.

Persino il personaggio di Silente è veramente poco valorizzato e, tanto all’inizio della storia (la mano nera) quanto alla sua fine (l’agguato dei Mangiamorte ad Hogwarts), non riceve il carisma che meriterebbe.

Inoltre, non è stato illustrato in maniera sufficiente il discorso degli horcrux.

Certo, riportare un libro di 700 pagine piuttosto ricche in un solo film, per quanto in un film di due ore e venti, non è semplicissimo…

… però è pure vero che alcuni episodi precedenti, come per esempio Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, o Harry Potter e il calice di fuoco, pur avendo avuto di fronte il medesimo problema ed avendo inevitabilmente trascurato alcuni spunti a favore di altri, erano riusciti a mantenere inalterata la magia e l’atmosfera del romanzo originario, cosa in cui, ahimé, Harry Potter e il Principe Mezzosangue ha decisamente fallito, tralasciando peraltro troppe cose importanti, tanto che alcune cose sarebbero proprio incomprensibili senza aver prima letto il libro.

In tal senso, secondo me, la Warner Bros avrebbe decisamente fatto meglio ad assegnare l’ultimo episodio a uno dei registi precedenti, come Alfonso Cuaròn o Mike Newell.

Fosco Del Nero



Titolo: Harry Potter e il Principe Mezzosangue (Harry Potter and the Half-Blood Prince.).
Genere: fantasy, drammatico.
Regista: David Yates.
Attori: Daniel Radcliffe, Emma Watson, Rupert Grint, Alan Rickman, Michael Gambon, Helena Bonham Carter, Jim Broadbent, David Thewlis, Julie Walters, Mark Williams, Katie Leung.
Anno: 2009.
Voto: 4.5.
Dove lo trovi: qui.